La pasticceria senza segreti di Iginio Massari nel Fan Club Day di Brescia

Letture: 917
Iginio Massari
Iginio Massari

di Maria Grazia Viscito

6000: gli euro che devoluti all’Ospedale Civile di Brescia

400: le persone giunte da tutta Italia e dall’estero

3: i campioni del mondo di pasticceria

1: il maestro di pasticceria per antonomasia

Questi alcuni dei numeri che hanno caratterizzati la giornata di Lunedì 16 Marzo, a Brescia, presso la Camera di Commercio.

Tutto nasce da un fan club su fb, il fan club di Iginio Massari e dalla proposta fatta da Fausto Morabito, direttamente al Maestro, di organizzare qualcosa per il fan club, così attivo e entusiasta. Lui ha risposto con un “vediamo che si può fare” e ne è venuta fuori una cosa di cui posso dire con orgoglio “io c’ero”. Massari ha regalato al suo fan club una giornata di corso, gratuita. Si è messo a disposizione delle tante persone che quotidianamente sperimentano le sue ricette e non solo: ha coinvolto sua moglie Mary, sua figlia Debora, il suo staff e tanti produttori e imprenditori della zona.

i partecipanti al corso di Iginio Massari
i partecipanti al corso di Iginio Massari

A chi avesse pensato: non vado perché troppe persone, cosa posso imparare, mi sento di rispondere che forse questo era un discorso da fare con chiunque ma non con Massari. Perché lui ha messo il suo stile e ne è venuta fuori una lectio magistralis sulla pasticceria: dalle nove alle cinque ha illustrato cinque ricette di altrettante torte, le tante basi che ognuna necessitava ma soprattutto la sua competenza.

Iginio Massari
Iginio Massari

 

una delle torte preparate da Iginio Massari al corso
una delle torte preparate da Iginio Massari al corso

Al di là di quello che la torta richiedeva, ha parlato di differenza fra gusti e sapori, di tecniche di cottura, di costruzione di un dolce, di considerazioni sui pregiudizi spesso introdotti dalle mode ma errati e soprattutto sull’armonia che un dolce alla Massari maniera deve avere. Ho la maggioranza dei suoi libri eppure molte di queste cose mi sono risultate nuove. Come assistenti si è scelto un tris niente male, ovvero Emanuele Forcone, Fabrizio Donatone e Francesco Boccia, i neo campioni del mondo di pasticceria.

Emanuele Forcone, Fabrizio Donatone e Francesco Boccia
Emanuele Forcone, Fabrizio Donatone e Francesco Boccia

Con loro abbiamo rivissuto tutta la gara, considerando anche che Massari è stato il loro allenatore per anno. E allora capisci che la pasticceria non si improvvisa: si lavora tanto (i tre di prima continuavano a dire che Massari li aveva fatti lavorare a capodanno) e si studia tanto (durante il corso Massari ha fatto riferimento spesso a nozioni di chimica, di fisica e di ingegneria). Il cuore, la passione e l’estro ci sono sempre ma senza la preparazione di base il corso di ieri non sarebbe potuto essere quello che di fatto è stato.

Iginio Massari
Iginio Massari

Oltre alle ricette, ci sono stati tanti momenti divertenti ed emozionanti, primo fra tutti la trasmissione del filmato che ha riassunto tutte le fasi della gara del campionato mondiale. Fra i ricordi ci saranno inoltre le frasi di Iginio Massari, quelle che nel nostro gruppo chiamiamo orami con affetto “le perle del Maestro”.

Eccone una scelta:

“Se usate prodotti eccellenti, c’è la possibilità che facciate delle porcherie. Se usate se prodotti scadenti, c’è la certezza che facciate porcherie”

“Il cioccolato bianco è una supposta per bocca”

“Un dolce ipocalorico è come un antibiotico che non cura”

Con il Maestro Iginio Massari
Con il Maestro Iginio Massari

 

Con Emanuele Forcone, Fabrizio Donatone e Francesco Boccia
Con Emanuele Forcone, Fabrizio Donatone e Francesco Boccia

In tutto questo, la domenica sono andata, insieme alle compagne di venture, a fare un giro alla pasticceria Veneto. Abbiamo preso, in quattro, una selezione di mignon che avrebbe sfamato un esercito e ancora ci sarebbe stata la possibilità di prenderne diversi. L’unico motivo per cui ci siamo fermate di blocco, mangiando i dolci, è stato vedere Massari che sparecchiava i due tavoli vicini al nostro. In quel momento abbiamo avuto una idea precisa di chi fosse il Maestro. Iginio Massari.

4 commenti

  • fausto morabito

    (18 marzo 2015 - 11:19)

    E’ stato un piacere, un onore ed un privilegio, calcare il palco insieme a veri Campioni di vita

  • Alessandro Gasparetti

    (18 marzo 2015 - 12:37)

    Emozionante, non ci sono altre parole da dire. La giornata è stata un crescendo di cultura, amore, impegno, dedizione, gusto, umanità e gratitudine. Un sentito ringraziamento a chi ha contribuito alla realizzazione dell’evento, l’elenco è già stato scritto nel vostro articolo ma manca l’ideatore dell’iniziativa , il nostro Fan più istrionico il mitico (perchè ormai è lanciato verso la presidenza del gruppo) Fausto Morabito Carioti………………..un sentito grazie ed un abbraccio a tutti dell’ IGINIO MASSARI FAN CLUB

  • Paola Lupi

    (18 marzo 2015 - 14:39)

    Due giorni assolutamente da favola. .mi sono sentita alice nel paese delle meraviglie :)

  • Rosalba

    (18 marzo 2015 - 16:07)

    Raccontare la pasticceria come una bella favola….e in questa favola c’ero anch’io. Ancora grazie Maestro, grazie Campioni e grazie a chi ha reso possibile che questa favola diventasse realtà.

I commenti sono chiusi.