Lo chef Luigi Spasiano ucciso in Ecuador: dirigeva la cucina al Sorrento di Toronto

Letture: 174
Luigi Spasiano

Il giovane cuoco di Massa Lubrense (Napoli), Luigi Spasiano, è stato assassinato la scorsa notte in Ecuador dove si era recato per trascorrere le feste natalizie e per conoscere la famiglia della fidanzata.
Dai primi accertamenti effettuati, Spasiano sarebbe stato ucciso a coltellate dall’ex fidanzato della ragazza in un vero e proprio agguato portato a termine nei pressi dell’abitazione della famiglia.  Ad avvertire le autorità sarebbe stata proprio la ragazza: le condizioni del giovane cuoco sono apparse subito gravissime tant’è che è morto pochi minuti dopo il ricovero in ospedale.
La notizia è immediatamente rimbalzata in Canada, precisamente a Toronto, dove il ragazzo lavorava nel ristorante Sorrento, il locale gestito da Nino Cioffi, titolare del bar Bougainville di Sorrento.
Spasiano era uno che amava il suo lavoro, ambasciatore, come decine e decine di suoi colleghi, della cucina campana nel mondo e testimone della forza di una tradizione inestinguibile.
Ecco un suo video

L’articolo sul Mattino