#lsdm: Agostino Iacobucci, il babà ‘travagliato’

Letture: 385
il babà di Agostino Iacobucci

di Dora Sorrentino

Le Strade della Mozzarella incrociano le strade del babà. L’incontro si è aperto con il racconto della vera storia del babà fatto dallo scrittore francese Jean Noel Schifano.

A seguito, una lectio magistralis quella di Agostino Iacobucci sulla sua interpretazione del dolce tipico napoletano. Una spiegazione passo passo di una delle ricette più richieste da pasticcieri e casalinghe. Esiste una ricetta esatta del babà? No, ognuno ha la sua versione e Iacobucci ha detto la sua. Una preparazione con doppia lievitazione, un’alta percentuale di parse grassa per la quantità di uova e burro, utilizzo di lievito madre con uno starter a base di mela annurca. Il segreto del successo dello chef napoletano è una lunga lavorazione per incordare al meglio l’impasto. Per la bagna, classica al rum aromatizzata con anice stellato, pepe in grani, scorzette di arance e limoni. Risultato? Un dolce perfetto, spugnoso e saporito.