#lsdm: i contrasti di Luigi Taglienti

Letture: 406
Latte pastorizzato e fiori di salvia di Luigi Taglienti
Latte pastorizzato e fiori di salvia di Luigi Taglienti

di Dora Sorrentino

Direttamente dal produttore al consumatore, totalmente a chilometro zero il latte di bufala presentato da Luigi Taglienti a Le Strade della Mozzarella. Latte pastorizzato e fiori di salvia, questo è l’entrée per gli ospiti della sala Rock&White.

Una bella prova di coraggio nel suo intervento, due piatti dai sapori decisi, ingredienti difficili da abbinare, quasi da far storcere il naso al solo sentirne parlare, come ci ha anticipato Alberto Cauzzi. Eppure Luigi Taglienti, già chef del Trussardi e Palazzo Parigi a Milano, ci sorprende e ci fa riflettere. Il primo piatto è mozzarella con salicornia, una meringa di orzata e foie gras, una presentazione che si può posizionare come antipasto o predessert.

la mozzarella con salicornia di Luigi Taglienti
la mozzarella con salicornia di Luigi Taglienti

 

la  mozzarella profumata al cetriolo di Luigi Taglienti
la mozzarella profumata al cetriolo di Luigi Taglienti

Il colpo di scena arriva con una mozzarella profumata al cetriolo, che le conferisce un sentore delicato, con ostrica emulsionata con limone, salsa di lièvre à la royale, un accostamento disturbato da salmone e polvere di caffè.

 

Foto di Francesca Massa