Luciano Pignataro Wineblog “mondiale” a giugno e luglio: 1.200mila pagine viste, quasi 600mila visite: +22%

Letture: 98

Ed eccoci qua con due mesi ancora in crescita: 584mila visite, 1.206.822 di pagine viste e l’aumento delle pagine viste per ogni sessione. Più 22% nonostante tra giugno e luglio ci siano stati i mondiali a tenere tante persone incollate alla tv invece che al pc.
Al 48% la frequenza di rimbalzo.
La linea arancione indica i due mesi del 2013, quella azzurra il 2014. Solo tre volte su 61 è sopra.

Oggi abbiamo vocazione statistica ed ecco allora qualche curiosità geografica:


A parte alcuni paesi africani, in questi due mesi il sito, benché in lingua italiana, è stato visitato in tutto il mondo.

Negli Stati Uniti, dove la crescita è costante, siamo molto seguiti a New York, California, Texas e Florida. Dei 50 stati, manca solo il Sud Dakota

Infine in Italia, dove Roma ha quasi raggiunto Napoli e Milano ha una crescita “asiatica” con tutta la Lombardia. Come vedete, ormai le letture sono spalmate su tutte le regioni, e la dorsale Adriatica ci sta regalando davvero tante soddisfazioni: Puglia e Marche, ma anche il Veneto sta volando.

Il segreto? Uno, anzi due.
Il primo è che continua ad essere un blog di divertimento non commerciale.
Il secondo lo affidiamo ad una massima rivolta a produttori, ristoratori, pizzaioli, artigiani del gusto
Gli intelligenti  e i colti hanno sempre gratis quello che gli stupidi e i cafoni Pàgano:-)

4 commenti

  • Sergio Cima

    (1 agosto 2014 - 09:44)

    Felicissimo del risultato, un blog libero, nessun format precostituito, nessun sensazionalismo, nessun eccesso modaiolo o peggio arroccamento snobistico, elitario e decadente. Avanti così :)

  • Marco Contursi

    (1 agosto 2014 - 09:51)

    Bien…..muy muy bien!!!

  • rosario di giacomo

    (1 agosto 2014 - 12:32)

    Quando professionalità serietà, competenza, coerenza e una sana ironia pagano…….
    Complimenti!!!!!!!!!!
    Ciao ciao.

  • Antonio Molitierno

    (3 agosto 2014 - 16:30)

    Luciano crea dipendenza …

I commenti sono chiusi.