Macchiagodena, Molise. Agriturismo La Sorgente

Letture: 90

Via Arattiera. Tel 0865 810199
www.agriturismolasorgente.it

Da Isernia prendere la S.S. 17 direzione Campobasso per 16 KM ‐ Uscita Macchiagodena/Frosolone. Proseguendo per 9 Km si arriva in Macchiagodena centro. Da Macchiagodena centro svoltare a destra in direzione Frosolone e seguire la segnaletica che vi porterà all’Azienda Agrituristica La Sorgente
Ci sono luoghi di questo paese inaspettati, luoghi che apparentemente consideri minori e che lasci un po’ a lato, un po’ nascosti anche nella voglia che ognuno di noi ha di esplorare e scoprire. E quando li scopri, quando li conosci è una sorpresa con un po’ di rimpianto per aver aspettato così tanto. Ma non è mai troppo tardi. Parlo del Molise, quella parte di Molise in provincia di Isernia che guarda al Matese e al suo spendido massiccio.  Ho passato uno splendido fine settimana a Macchiagodena presso l’Agriturismo La Sorgente a 800 metri di altezza dove l’aria limpida si specchia in un verde pacifico e dolce che ti riempie l’anima e gli occhi. Questo è un Molise profondo che guarda all’Abruzzo e alla  Campania ma che ha una sua identità forte e radicata  che ritrovi nella gente, nei campi ma soprattutto a tavola con prodotti che parlano una lingua seria con sapori forti e dimenticati soprattutto per chi vive nel fumo delle nostre grandi città. La sensazione girando per questi luoghi è che qui è bandito il turismo di consumo e che riesci ad entrare in contatto  con la natura e a riscoprire il valore del silenzio e della contemplazione.
Macchiagodena è un bel paese lindo e ordinato che con il suo castello domina come da una terrazza la valle che guarda il massiccio del Matese. Dal paese si possono fare numerosi sentieri e due in particolare li voglio segnalare, il sentiero Riosecco che gestito dalla LIPU insegna ad ascoltare gli uccelli che qui numerosi nidificano, bei cartelli esplicativi ti raccontano la storia di queste razze che ti accompagnano con il loro canto e che se  sei fortunato riesci a vedere mentre volano. Un altro sentiero si chiama Vallefredda (lo si trova a destra subito dopo aver superato il castello), si inerpica sul lato della montagna affiancando un canyon naturale e alla fine si apre su un pianoro straordinario. Ci sono arrivato nel tardo pomeriggio, la luce del tramonto mi ha lasciato incantato. Non esiste segno della modernità, un abbeveratoio e un casolare che ospita un gregge di pecore che stava rientrando dal pascolo e poi tutta natura.
L’Agriturimo La Sorgente è una bella struttura in pietra, ben ristrutturata e accogliente. E’ all’interno di una bella tenuta dove si coltivano cereali, ortaggi oltre a impianti di frutta, tutti prodotti che poi si ritrovano nella cucina. Inoltre si allevano suini e ovini che danno salumi eccellenti. Il suo nome deriva da una sorgente che fa parte della tenuta, proprio accanto all’ingresso una piccola struttura in pietra protegge la sorgente che con il suo scorrere  ti fa compagnia. Le stanze sono ben arredate e confortevoli e dalle finestre si gode il bel panorama della vallata. La cucina è veramente il pezzo forte di questo agriturismo. Si parte con una serie infinita di antipasti che spaziano su tutta la tradizione molisana: piatto di salumi ben stagionati e saporiti, sottoli prodotti in casa, mozzarella e scamorza, minestra di pane soffritto e condito con salsiccia e carne di maiale, minestra di segale e fagioli, squisiti crostini di burro mantecato al tartufo. E si anche il tartufo, eccellente tartufo bianco e nero che proprio in questi ultimi anni viene valorizzato nella provincia di Isernia. Poi i primi, tagliolini al tartufo, sagne con fagioli e cotica, pasta al ragù di maiale e poi i secondi con carne alla brace saporita e decisa, vitello al vino rosso, arista di maiale ai funghi e tartufo. Carta dei vini dove le cantine molisane sono ben rappresentate,  abbiamo bevuto il Tintilia della Cantina Cipressi, un rosso da vigneti tradizionali molisani, molto interessante e perfetto per questa cucina seria e buona.

Antonio Prinzo