Marchese di Villamarina 2000 Alghero doc

Letture: 183

SELLA & MOSCA

Uva: cabernet sauvignon
Fascia di prezzo: d a15 a 20 euro
Fermentazione e maturazione: legno

Non ha l’eleganza del San Leonardo e neppure la tipicità varietale del cugino isolano del conte Tasca d’Almerita, eppure il Marchese di Villamarina di Sella & Mosca, da cabernet sauvignon in purezza, riesce a rappresentare come pochi vini il terroir sardo. Le uve sono coltivate su terreni ricchi di ferro e vendemmiate ad autunno inoltrato per consentire una leggerissima asciugatura dei grappoli. E proprio i venti che soffiano dal mare riescono a mitigare il caratteristico sentore erbaceo che alla fine si ritroverà nel vino notevolmente attenuato e ben fuso con le altre note caratteristiche del vitigno. All’occhio si presenta limpido, di colore rosso rubino di buona profondità anche se con un’unghia leggermente scarica. All’olfatto, dopo l’inconfondibile foglia di peperone, a dominare è il profumo del fieno appena bagnato, ben fuso con una sottile nuance vanigliata del rovere di Troncais nelle cui botti invecchia diciotto mesi prima di passarne altri diciotto in grossi barili. Con il passare del tempo dal bicchiere si susseguono le note di frutta matura, prugna in particolare, ed una speziatura delicata ed armonica. In bocca è caldo, morbido, con tannini completamente, e forse precocemente, risolti. Alla fine in bocca resta una piacevole quanto sorprendente nota minerale. Da accompagnare ad un pezzettino di fiore sardo o, meglio ancora, con una paio di seadas.

Questa scheda è di Francesco Aiello

Sede ad Alghero, Località I Piani. Tel. 079.997700. www.sellaemosca.com. Enologo: Mario Consorte. Bottiglie prodotte: 7.000.000. Etari: 500 di proprietà più 40 in fitto. Vitigni: cannonau, cabernet sauvignon, vermentino, sauvignon.