Martino 101 2003 Calabria igt

Letture: 39

TERRE DI BALBIA

Uva: magliocco
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Il magliocco è una delle tante scoperte che la Calabria, poco capace nel promuovere i suoi vini, riserva ai grandi appassionati. Lanciato per primo da Librandi nella seconda metà degli anni ’90, è stato ripreso da altri produttori così quando Gianni Venica è arrivato qui ha pensato di lavorarci seriamente. Abbiamo così assaggiato la prima versione in commercio a Vitigno Italia e ne siamo rimasti rimasti soddisfatti: l’uso del grande legno è ben dosato con la frutta di una annata siccitosa e difficile, ricordo che dalle parti di Cirò l’uva non irrigata non riuscì neanche a maturare, e il risultato è quello di un rosso di corpo, dotato di buona freschezza che ne assicura l’evoluzione nel corso degli anni, i tannini sono ben risolti e il vino dopo un anno di affinamento e uno in bottiglia si presenta già pronto, dal colore vivace e brillante. Possiamo dire che è propri il magliocco il vitigno su cui Gianni ha deciso di puntare perchè entra in tutti e tre i suoi prodotti calabresi. E’ nel SerraMonte con il gaglioppo e il sangiovese e nel Balbium con il gaglioppo. Abbiamo trovato quest’ultimo un rosso moderno di incredibile vivacità fruttata, da bere in un sorso solo come si diceva un tempo. Rispetto agli altri due vini di Gianni, il Martino 101 è sicuramente il più introverso ma, a nostro modesto avviso, anche il più affascinante grazie al carattere deciso che si ritrova e che, siamo convinti, manterrà con il passare del tempo. Insomma, di nostro gusto, tireremo giù questo per primo dallo scaffale per offrirgli un sorso di Alta Calabria nel bicchiere.

Sede ad Altomonte, Località Montino. Tel. 0481.60177. Siti: www.terredibalbia.it e www.venica.it. Enologo: Giorgio Venica. Ettari 52. Bottiglie prodotte: 12000. Vitigni: magliocco, gaglioppo, sangiovese.