Matera, ristorante Le Botteghe

Letture: 118

Piazza San Pietro Barisano, 22
Tel. 0835.344072
Chiuso il martedi
www.lebotteghemt.it

In uno degli angoli più suggestivi e anche meglio conservati dei Sassi di Matera, in un’atmosfera da presepe, trovate tra piccole chiesette e importanti dimore storiche l’insegna vecchio stampo de Le Botteghe, che recita: vino, arrosto e cucina. Il posto si chiama così perchè un’accorta ristrutturazione ha messo insieme i locali ricavati nella roccia tufacea di vecchie botteghe artigiane. L’ambiente è molto accogliente, senza fronzoli, e gestito con un servizio ai tavoli veloce ma accorto e professionale. Il rispetto della tradizione è mantenuto in cucina con discreto successo da diversi anni grazie alla proposta di semplici ricette.
Con grandi e bianche fette di pane di Matera si accompagnano le verdure, i salumi e i latticini locali che fanno da antipasto. I primi piatti sono tutti di pasta fresca come i cavatelli di semolone con pomodoro basilico e cacioricotta; i fusilli con salsa di pomodoro, alici, mollica e peperone crusco; i linguoni al baccalà e peperone crusco in bianco oppure con baccalà e pomodoro, i ferretti con il rafano, le tagliatelle con ceci, cipolla e mollica fritta, e infine, per chi vuole saltare il primo di pasta, ci sono fave e cicorielle su un crostone di pane.
La grande brace che si trova prima della sala da pranzo anticipa l’elenco dei piatti di carne: bistecca di scottona, arrosto misto, salsiccia di maiale «pezzente» ma anche delle imperdibili patate cotte sotto la cenere. Eccezione succulenta (ma solo su prenotazione) la pecora nella terracotta. Buone proposte di baccalà, condito alla lucana con il peperone crusco oppure fritto. Piccola ma ragionata selezione di etichette regionali e possibilità di vino al bicchiere. Crostata di ricotta o di mela cotogna di propria produzione per chiudere. Conto sui 45 euro.

Virginia Di Falco