Melanzane a fisarmonica, antica ricetta cilentana

Letture: 1006
Melanzane a fisarmonica

Ricetta di famiglia, si tratta di melanzane ripiene all'uso cilentano e si distinguono per la particolarità delle incisioni verticali tipiche di vari comuni del Cilento. Nel mio paese, Altavilla Silentina, la tradizione vuole che tali tagli vengano effettuati su tutto l'ortaggio e la bravura è nel portare a termine la cottura senza far rompere la melanzana. D'aiuto sarà per questo utilizzarne di appena colte. Personalmente adoro consumarle ricche di salsa al pomodoro abbinando nello stesso piatto anche una bella cucchiaiata di riso condito con solo formaggio grattugiato ed un filo d'olio.

Melanzane a fisarmonica

Di

Ingredienti per 2 persone

  • 600 grammi circa di melanzane del tipo lungo non molto grandi
  • 100 grammi di formaggio misto tra grana padano dop, pecorino romano dop, cacioricotta di capra del Cilento ☺
  • 100 grammi di pane raffermo
  • Un paio di rametti di prezzemolo e mezzo spicchio di aglio.
  • Polpa passata di pomodoro, sale, Olio Evo Colline Salernitane dop

Preparazione

Preparare un ripieno triturando insieme formaggio, pane, prezzemolo, aglio, pepe ed aggiungere due uova. Impastare bene e far riposare qualche minuto.
Procedete al taglio delle melanzane, eliminando le due estremità e praticando tanti tagli verticali a distanza di meno di un centimetro l’uno dall’altro, creando una specie di fisarmonica. Nell’attesa di farcirle lasciarle in acqua e sale per i pochi minuti necessari, affinché non anneriscano.
Aiutandosi con la punta tonda di un coltello farcire ogni fessura con il ripieno avendo cura che sia ben colma.
Friggere le melanzane così farcite per un minuto per ogni lato in poco olio evo (in alternativa farle stufare in acqua e olio) e terminare la cottura nella salsa di pomodoro profumata al basilico già bollente per circa venti minuti a fuoco lentissimo.
Dosare il sale con parsimonia anche nella salsa perché la preparazione è abbastanza saporita.

Vini abbinati: Kleos di Maffini