Mercogliano, Ristorante Pizzeria In Cantiere

Letture: 895
In Cantiere, da sx, Gennaro Petruzziello e Mirko Balzano
In Cantiere, da sx, Gennaro Petruzziello e Mirko Balzano

di Lello Tornatore

C’è fermento in Irpinia. Grande fermento, soprattutto partendo dalla pizza. Chi ne avesse voglia, potrebbe andare a leggere questo pezzo di quasi un anno fa, ma per i più pigri cerco di sintetizzare. Nella ristorazione dell’Irpinia, ma soprattutto in città, nuove attività stanno venendo alla luce, nonostante la crisi. Anzi, proprio puntando sugli effetti della crisi che rendono l’offerta della pizza imprescindibile nel ruolo trainante, grazie all’economicità della preparazione, che si affiancano interessanti offerte ristorative che diversamente sarebbero condannate a rimanere nel libro dei sogni. Qundi , dopo il Degusta, Nonno Max, il B-Mode, Avelvino (che ha recentemente aggiunto il forno per la pizza) ha aperto da qualche giorno il ristorante-pizzeria “In Cantiere”.

In Cantiere, l'insegna
In Cantiere, l’insegna

Ci siamo ritrovati lì con parte del gruppo Slow Wine Campania- Basilicata, per chiudere la serata dopo la fantastica cavalcata di Fiano di Avellino 2013 tenutasi presso l’enoteca Capobianco a Montemiletto.

In Cantiere, parte del gruppo Slow Wine, da sx Alberto Capasso, Luciano, Simone Lucchesani, Adele Granieri, Teresa Mincione ed Ugo Baldassarre
In Cantiere, parte del gruppo Slow Wine, da sx Alberto Capasso, Luciano, Simone Lucchesani, Adele Granieri, Teresa Mincione ed Ugo Baldassarre

Seduti a tavola, scambiamo quattro parole con il responsabile dell’operazione – Sarà un cantiere continuo, una continua sperimentazione e costruzione rispetto alle materie prime e alla risposta del pubblico – ci dice Mirko Balzano, supervisore-consulente della nuova iniziativa che fa capo al cugino Gianluca Ciotola (detto Eolo, poi vi spiego perché…:D) e al socio Fabrizio Ciriello.  In cucina ci sono Gennaro Petruzziello, allievo di Paolo Barrale, Giovanni Mariconda e Raffaele Vitale ed il suo aiuto Daniele Iannillo.

In Cantiere, la sala
In Cantiere, la sala

Il maestro-pizzaiuolo è Angelo Casale, gragnanese doc ma trapiantato in Irpinia ormai da anni, con esperienze al “Vicolo dei Matti” e presso la “Pizzeria Daniele” del Viale dei Platani di Avellino. In sala “tira il carretto” egregiamente, Gerardo Ferrari, vietrese, portatore sano di pescato fresco dalla costiera (quando Balzano non ha tempo di andare a pesca sui corsi d’acqua dell’Irpinia… :D). Insieme a Gerardo, esperienze al Cetus, in Calabria e persino da Bottura, Leonardo Della Bruna (si, il figlio del maestro Gioì), Ilaria e Daniele. Ma qual è la caratterizzazione di questo nuovo locale???

In Cantiere, il pizzaiuolo Angelo Casale
In Cantiere, il pizzaiuolo Angelo Casale

Si parte dalla pizza che svolge il ruolo civetta. Una pizza realizzata con un impasto di farine Vigevano, molto idratato (70% e oltre), 26/28 ore di lievitazione, pochissimo lievito (gr. 0,4 per kg) e sul disco di pasta grandissimi prodotti del territorio (pomodoro Danicoop, olio evo irpino Argenziano, fior di latte irpino, ecc. ecc.). Il risultato, a detta di alcuni guru della pizza che erano con me (giusto per fare due nomi,il Pigna e Alberto Capasso vicepresidente Slow Food Campania) è ottimo!!!

In Cantiere, spicchio di marinara
In Cantiere, spicchio di marinara

 

In Cantiere, la marinara irpina
In Cantiere, la marinara irpina

 

In Cantiere, la pizza...alveolatura
In Cantiere, la pizza…alveolatura

 

In Cantiere, la pizza al broccolo aprilatico
In Cantiere, la pizza al broccolo aprilatico

E’ piaciuta molto anche a me, ma io non faccio testo, come dice il Pigna sono irpino e quindi ne capisco solo di …pan’ e pummarola!!! :D  Dalla pizza, “al Cantiere” di Eolo (ah, chiamato così da suo cugino Mirko per la grandissima capacità di dilapidare velocemente grandi fortune :D), si  passa ad una cucina della tradizione, semplice ma curata e gustosa. Abbiamo assaggiato una trippa golosissima e scanzonata (chiamata trippadvisor), una genovese con la Ramata di Montoro, una minestra maritata ad infusione…”nel boccaccio” e un agnello al forno con le patate…che parlava!!!

In Cantiere, Trippadvisor
In Cantiere, Trippadvisor

 

In Cantiere, la genovese
In Cantiere, la genovese

 

In Cantiere, minestra maritata... nel boccaccio
In Cantiere, minestra maritata…nel boccaccio

 

In Cantiere, agnello con patate
In Cantiere, agnello con patate

 

In Cantiere, il sottoscritto alle prese con i gamberi del Calore crudi
In Cantiere, il sottoscritto alle prese con i gamberi del Calore crudi

 

In Cantiere, le cicale...del Fenestrelle
In Cantiere, le cicale…del Fenestrelle

Insomma un format a mezzo tra la trattoria storica ed il bistrot, che vanta anche una ragguardevole carta dei vini, preparata dall’ottimo Andrea Capobianco. La carta spazia tra l’Irpinia (of course), la regione ma  annovera anche  puntate in Italia e all’estero (Francia).

In Cantiere, il che s'è bevuto
In Cantiere, il che s’è bevuto

Quindi, c’è la possibilità di bere NON SOLO IRPINO, la sperimentazione è in tutti i sensi, dal vino sfuso allo champagne, dal bicchiere di vetro a quello di cristallo…insomma ce n’è per tutti i gusti, Mirko Balzano, il folletto della ristorazione irpina, ha colpito ancora!!!

In Cantiere, da sx, il Pigna, Gianluca Ciotola(detto Eolo) e Mirko Balzano; da sx, Teresa Mincione, Gerardo Ferrari e Adele Granieri; il Pigna e la Miciona; Mirko Balzano al forno
In Cantiere, da sx, il Pigna, Gianluca Ciotola(detto Eolo) e Mirko Balzano; da sx, Teresa Mincione, Gerardo Ferrari e Adele Granieri; il Pigna e la Miciona; Mirko Balzano al forno

 

Ristorante Pizzeria In Cantiere

Via Nazionale, 100

Mercogliano (Av)

Tel. 0825.1644232

 

3 commenti

  • Antonio

    (12 dicembre 2015 - 20:35)

    Pizza strepitosa pietanze delicate e raffinate, birre particolari,cordialità del personale. ..si consiglia vivamente

  • gerenia

    (17 gennaio 2016 - 06:20)

    Pochissime parole: E’ la migliore pizza di Avellino mai prodotta una cosa del genere in questa città!:buonissima leggera e con ottimi prodotti. La mia quattro formaggi ieri sera era squisita come lo erano anche le altre che ho saggiato al tavolo. D’altra parte stiano parlando di una realtà dove c’è supervisiona il re della ristorazione nazionale, il Vissani del prossimo futuro: Mirko Balzano!!! Da ritornarci settimanalmente!!

  • Luca

    (5 marzo 2016 - 17:14)

    Ma come si fa a prenotare?se per telefno non risponde nessuno il pomerigio e il sito internet e perennemente under construction, capisco che siete in cantire, però fate pace con la tecnologia. Un trasf. di chiamata, una prenotazione cloud, un nm. W.Up? Mirko e su ddai!!

I commenti sono chiusi.