Metiusco Rosato Salento Igp 2014 | Voto 87/100

Letture: 181
Metiusco Salento Rosato Igp 2014 Palamà
Metiusco Salento Rosato Igp 2014 Palamà

Palamà
Uva: negroamaro
Fascia di prezzo: 10,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione 30/35

Rosato salentino mon amour! Ebbene sì, non posso fare a meno di ribadire il mio sviscerato amore verso questa eccellente tipologia di vino del territorio sud-pugliese prodotta quasi esclusivamente col negroamaro.

Specialmente poi quando si tratta di alcune etichette storiche che hanno contribuito ad alimentare questo mito come il Metiusco Rosato Salento Igp di Palamà, di cui ho appena degustato l’annata 2014 ed il cui palmarès è zeppo di copiosi riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale per un vino che non conosce confini.

Estrazione del colore per salasso, cioè prelevando una certa quantità di mosto dalla vasca di macerazione nella quale si sta preparando il vino rosso. Con questo procedimento si accresce la disponibilità di sostanze aromatiche e fenoliche, insieme con gli antociani che conferiscono un colore più concentrato.

Controetichetta Metiusco Salento Rosato Igp 2014 Palamà
Controetichetta Metiusco Salento Rosato Igp 2014 Palamà

Ed è proprio quello che accade nella fattispecie, laddove il colore vira verso un rosato carico e splendente fra il chiaretto ed il porpora. Davvero belli i profumi, in cui si incontrano delicate fragranze di fragoline di bosco e di altri piccoli frutti rossi e poi ricamate suggestioni floreali di geranio e di violetta, espansive essenze erbacee di timo e di salvia e sfumate sensazioni speziate. Piacevole l’approccio palatale, laddove il vino esprime un articolato gusto ricco e completo. Il sorso che impatta sulla lingua denota un’ottima acidità, una buona morbidezza, armonia, equilibrio, suadenza, sapidità ed ancora rimembranze fruttate e floreali già percepite all’olfatto.

Persistenza finale appagante e lievemente amarognola. Cosimo (detto Ninì) ed il figlio Michele possono andare molto fieri di questo ennesimo capolavoro, da associare ad una zuppa di pesce, all’insalata di riso, tagliere di salumi e carne bianca. Prezzo favoloso. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Cutrofiano (Le) – Via A. Diaz, 6
Tel. e Fax: 0836 542865
info@vinicolapalama.comwww.vinicolapalama.com
Enologo: Cosimo Palamà
Ettari vitati: 12 – Bottiglie prodotte: 18.000
Vitigni: negroamaro, malvasia nera e bianca, primitivo, verdeca e bianco d’Alessano