Millefoglie con crema casalinga, granelle di nocciole e visciole dell’Oasis di Vallesaccarda

Letture: 146

Il Millefoglie dell'Oasis di Vallesaccarda

 

Ritorniamo ad esplorare nella cucina della Valle dell’Ufita, e precisamente in quella stellata dell’Oasis – Antichi Sapori. Qui le parole d’ordine sono materie prime di qualità e di territorio. Dopo uno splendido primo, le sorelle Maria Luisa e Lina Fischetti e Maria Grazia Luongo ci “regalano” i segreti della loro millefoglie…

 

Ricetta per 4 persone

 

INGREDIENTI:

125 g. farina 00

125 g. burro

2 tuorli d’uovo

1 baccello di vaniglia del Madagascar

40 g. zucchero semolato

15 g. farina setacciata

125 g. latte

un limone

60 g. panna

50 g. granelle di nocciole

50 g. zucchero a velo

sale q.b.

100g. amarene selvatiche (visciole)

 

ESECUZIONE:

Preparare la pasta sfoglia con i vari passaggi di piegatura e poi stenderla su una teglia antiaderente e cuocerla in forno a 180 gradi per 15 minuti circa poi aggiungere lo zucchero a velo e farla cuocere ancora 5/6 minuti facendola caramellare.

In una pentola di rame mettere i tuorli d’uovo, lo zucchero semolato, il latte tiepido con alcune scorzette di limone e la vaniglia, poi girare con una frusta aggiungendo a pioggia la farina setacciata.  Far raffreddare  la crema…

Incorporare la panna e girare dal basso verso l’alto togliendo le scorze di limone. Disporre nel piatto un poco di crema, poi la millefoglie anche in maniera scomposta e cosi 2/3 strati infine decorare con granelle di nocciola e le visciole e polvere di baccello di vaniglia.

Ricetta dell’Oasis di Vallesaccarda raccolta da Antonella Petitti

Un commento

  • Gianluca

    (1 novembre 2011 - 15:40)

    Solo a guardare questo dolce dalla foto, viene una voglia improvvisa di prendere un cucchiaio e provare ad avvicinarlo al monitor per vedere di riuscire a fare un assaggio….. C’è una cosa che vorrei capire: è un dolce tipico della Valle dell’Ufita , o è una ricetta realizzata esclusivamente per il ristorante dove presumo abbiate mangiato? Ciao a presto

I commenti sono chiusi.