Al Giardiniello a Minori, 60 anni di ristorazione in Costa d’Amalfi

Letture: 1597
Al Giardiniello, Antonio e Giovanni Di Bianco
Al Giardiniello, Antonio e Giovanni Di Bianco

Al Giardiniello a Minori
Corso Vittorio Emanuele 17
Tel.089.877.050
Sempre aperto
ristorantegiardiniello.com/

Sono trascorsi 60 anni dsa quando Francesco Di Bianco e la moglie Nunziatina Celio aprirono questo locale oggi gestito dai figlio Antonio e Giovanni. Impossibile fare l’elenco di tutti quelli che sono passati da qui, facciamo prima a dire che sono pochi quelli che lo conoscono.

Al Giardiniello
Al Giardiniello

In questo locale di buon mestiere e calda accoglienza si respira ancora l’atmosfera scanzonata degli anni d’oro della Costiera Amalfitana, mangerete la gioia di vive nei grandi classici della cucina degli anni del baby boom supportata da buona materia prima. O, volendo, una semplice pizza che si richiama più alla tradizione della vicina Tramonti che a quella napoletana.

Al Giardiniello, il pergolato
Al Giardiniello, il pergolato

Una cucina per turisti ma molto aprezzata anche dagli abitanti della Costiera che vengono volentieri qui la sera, a due curve da Amalfi e a una da Maiori, per godere il fresco del pergolato.

Al Giardiniello, le alici fritte
Al Giardiniello, le alici fritte

Ed ecco allora la batteria di antipasti divertente e saporita, dalle alici ben fritte al classico polpo con qualche guizzo come il baccalà abbinati ai fagioli bianchi di Controne.

Al Giardiniello, baccalà e fagioli di Controne
Al Giardiniello, baccalà e fagioli di Controne

 

Al Giardiniello, polpo e fagiolini
Al Giardiniello, polpo e fagiolini

Il cuoco, Giovanni Cozzolino, ha un passato di tutto rispetto nei locali della Costa d’Amalfi, conosce la materia prima e la propone in maniera moderna e ben eseguita, come nel caso del polpo e del dentice.

Al Giardiniello, tonno e fiori di zucca
Al Giardiniello, tonno e fiori di zucca

 

Al Giardiniello, gambero e dentice
Al Giardiniello, gambero e dentice

Assolutamente da provare, tra i primi, i grandi classici. A cominciare dai Dunderi, gli antenati della pasta moderna, un misto di farina e ricotta, che vanta circa mille anni e che furono riscoperti dal gastronomo amalfitano Ezio Falcone scomparso nel 2001 e che li rilanciònegli anni ’90.
Nel menu del Giardiniello troviamo la riproposta la ricetta scritta a mano da Nunziatina.

Al Giardiniello, lo dundero
Al Giardiniello, lo dundero

 

Al Giardiniello, i dunderi
Al Giardiniello, i dunderi

Da routinier i primi coni frutti di mare, a cominciare dagli scialatielli, inventati proprio in Costoera Amalfitana da Enrico Cosentino e, ovviamente, gli spaghetti.

Il Giardiniello, scialatielli ai frutti di mare
Al  Giardiniello, scialatielli ai frutti di mare

 

Al Giardiniello, spaghetti alle vongole
Al Giardiniello, spaghetti alle vongole

Ovviamente non mancano i crudi di mare e altri classici, come i paccari con lo scorfano e il pescato del giorno nella cotture classiche.

Al Giardiniello, Giovanni Cozzolino
Al Giardiniello, Giovanni Cozzolino

Olio, limoni, liquore di arancia e anice della vicina pasticceria Gambardella, i grandi vini della Costa d’Amalfi. Insomma, una sosta easy, imperdibile, che difficilmente vi può costare più di 50 euro.

Al Giardiniello, l'olio della Torretta
Al Giardiniello, l’olio della Torretta

 

Al Giardiniello, i limoni
Al Giardiniello, i limoni

 

Al Giardiniello, i bagni
Al Giardiniello, i bagni

 

Al Giardiniello, vini e liquori
Al Giardiniello, vini e liquori