Minori, Pasticceria Sal De Riso

Letture: 257

Piazza Cantilena
Tel. 089.853618, fax
089. 53618
www.deriso.it
, info@deriso.it

Tempo fa ebbi modo di assaggiare, in un ristorante di Gragnano, una fetta di torta ricotta e pera. Fu amore a primo assaggio! Successivamente, l’ho trovata e l’ho comprata in una pasticceria di Cava dei Tirreni (Pasticceria Sandro). Pare, però, che la Torta ricotta e pera sia un’invenzione e una specialità della Pasticceria De Riso di Minori. Ti assicuro che è una vera delizia. Se non l’hai degustata, degustala. E recensiscila.
Pasquale Nusco

Non sono un esperto di dolci, ma ti confermo che la torta ricotta e pere è sicuramente una invenzione di Salvatore De Riso: un successo che è stato imitato un po’ da tutti negli anni ’90. Badiamo bene di usare i termini giusti: non sapremo forse mai quando e dove per la prima volta è stato fatto questo dolce, ma ad avere la giusta idea commerciale in zona è stato Salvatore. Proprio di recente ho visitato il suo nuovo laboratorio a Tramonti, non siamo lontani dalla Osteria reale, e ho potuto constatare con i miei occhi tutto il processo di lavorazione e i prodotti usati. Si tratta di un ragazzo che ha fatto tutto da se: ex chef, nel 1988  ha iniziato a lavorare nel piccolo bar pasticceria aperto negli anni Cinquanta dai genitori vicino la Basilica di Santa Trofimena a Minori e lì si è imposto con le melanzane al cioccolato, i sospiri al limone, i babà e, appunto ricotta e pere.

Tutto da solo con l’aiuto della famiglia e del fratello, averne uno in gamba e non un coglione è una bella fortuna,  in una Costiera generalmente apatica perché abituata ad essere inseguita come le belle donne. Poi il grande salto con la pasticceria attuale, uno dei più bei posti della Costiera aperto pochi anni fa, dove si può passare un intero pomeriggio tra cioccolate, the, fette di torta, dolci da passeggio, confetti. La genialità di questo dolce è nella sua semplicità, ricordiamo tutti il proverbio <al contadino non far sapere…>. Sostituita la dolce ricotta al formaggio, il risultato è sotto gli occhi di tutti. Adesso Salvatore ha 21 dipendenti, la sua è una piccola industria-artigianale, nel senso che riesce a garantire migliaia di torte ogni mese usando ingredienti di alta qualità, quello che dovrebbe fare ogni grande azienda. Davanti al pasticceria di Minori, il piccolo paesino vicino Amalfi, si gustano le stesse cose di De Riso in vendita in qualsiasi città italiana, solo parte della cioccolateria ha una lavorazione ad hoc. Salvatore è sicuramente il pasticciere più famoso della Costiera, il prediletto da Ranieri di Monaco, uno dei protagonisti della rinascita enogastronomica della Costiera Amalfitana e della Campania.