Minutolo Bianco Puglia Igp 2014 | Voto 87/100, winner a Radici del Sud

Letture: 142
Minutolo Puglia Bianco Igp 2014 Pietregiovani
Minutolo Puglia Bianco Igp 2014 Pietregiovani

Società Agricola Salentino Pietregiovani
Uva: minutolo e verdeca
Fascia di prezzo: 12,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione 30/35

Il futuro della vitienologia pugliese sul versante bianchista passa attraverso la produzione di vini aromatici o semiaromatici secchi? Ormai da qualche tempo molte aziende sperimentano con successo la malvasia, il moscato ed il minutolo. E proprio quest’ultimo vitigno autoctono coltivato in Valle d’Itria, riscoperto e rilanciato appena pochi anni fa, è la dimostrazione lampante che si possono confezionare bottiglie di eccellenza che vanno oltre la moda passeggera. E poi hanno anche la capacità di sfidare il tempo e, cosa di non poco conto, sono segnate da un prezzo estremamente conveniente.
Il valore del minutolo è stata confermata all’ultima edizione di Radici del Sud perché, a differenza degli anni passati, è stato valutato proprio come specie a sé stante e non incluso nella categoria dei vini bianchi da vitigni autoctoni di Puglia insieme col bombino ed il fiano.

La Società Agricola Salentino Pietregiovani, attiva dal 2008, ha piazzato proprio a Radici 2015 il suo Minutolo Bianco Puglia Igp 2014 al primo posto assoluto, decretato da entrambe le giurie internazionale e nazionale.

Vino con piccola percentuale di verdeca ed allevamento delle viti a quattrocento metri di altezza. Sei mesi trascorsi a maturare in contenitori di acciaio e due mesi in bottiglia per l’affinamento. Tredici gradi di alcol.

Controetichetta Minutolo Puglia Bianco Igp 2014 Pietregiovani
Controetichetta Minutolo Puglia Bianco Igp 2014 Pietregiovani

Colore giallo paglierino, con riflessi verdolini. Impatto olfattivo ampio ed eterogeneo, con un ricco e delizioso bouquet di pesca gialla, bergamotto, mela, papaya, frutta secca, fiori di lillà, menta, tiglio e macchia mediterranea. In bocca il sorso è secco, seducente, elegante, cristallino, fresco, leggiadro, teso, sapido e citrino. Al palato purezza stilistica tonica, affascinante, dinamica, fine, suadente e delicata. Retrogusto leggermente e piacevolmente ammandorlato. Prezzo imbattibile. Da abbinare alla classica cucina di mare pugliese. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Bari – Via Osvaldo Marzano, 34
Tel. 080 5026668 – Fax 080 5026733
info@pietregiovani.comwww.pietregiovani.com
Ettari vitati: 3,5 – Bottiglie prodotte: 12.000
Vitigni: primitivo, negroamaro, minutolo e verdeca