MondoMerlot, da San Leonardo a Villa Gresti

Letture: 134
San Leonardo

di Simone De Nicola

Lo scorso 22-24 Ottobre ad Aldeno (TN) è andato in onda il MondoMerlot, rassegna ormai  all’11 edizione e credo la più valida nel nostro belpaese che riguarda un solo vitigno: il Merlot. Un tre giorni pieno di degustazioni ed eventi particolari.

Ho partecipato con piacere e gran emozione alla degustazione di sabato al castello Buonconsiglio di Trento,  New Merlot, dove quattro grandi produttori hanno scelto il palcoscenico di MondoMerlot per presentare la nascita dei loro quattro capolavori: due in anteprima assoluta mondiale e due che hanno debuttato recentemente.
Villa Petrolio ha presentato il suo Serberto 2008 (toscana IGP) che ha entusiasmato per la sua morbidezza ed acidità vellutata con tannini evidenti ma gradevoli; esce dalla cantina a 15€ –
Urlari ha presentato L’Urlo 2008 (toscana IGP) con un legno molto evidente ed elegante ed una morbidezza avvolgente; in enoteca sui 22€ –
La famiglia Biondi Santi presenta, dalla tenuta Castello di Montepo’ il proprio Morione 2006 (toscana IGP) in uscita in questo periodo. Un vino elegante, potente e virtuoso, studiato per differenziarsi. Esce dalla cantina a 170€ –
In ultimo Baglio del Pianetto ha presentato il proprio Salici 2006 (sicilia IGP) in uscita l’anno prossimo, che ha sbalordito per i propri profumi mediterranei ed insoliti per un merlot classico: un concerto! Esce dalla cantina a 9,5€.

Domenica altra storia, altra degustazione, altre emozioni. Al comune di Aldeno il Marchese Carlo Guerrieri Gonzaga racconta la nascita dei propri figli, il primo San Leonardo con cinque annate 2005-2004-2003-2001-1999 e l’ultimo nato, Villa Gresti 2005-2004-2003.

Una determinazione a portare avanti l’espressione del territorio trentino capace di fare anche grandi vini Rossi. Il San Leonardo, classico taglio bordolese con prevalenza Cabernet Sauvignon al 70% a seguire Merlot, Cabernet Franc e Carmenere,ha entusiasmato tutti, neofiti ed operatori, con un’evoluzione di profumi e struttura che aumentavano in modo esponenziale man mano che si andava dietro nel tempo.
Villa Gresti, Merlot 93% e Carmenere 7% ,esprime tutta la morbidezza e l’eleganza che richiamano molto i Merlot francesi. Se l’anno prossimo avete voglia di farvi un giro, chiamatemi e berremo insieme un gran Merlot.