Moscato 2005 Sannio doc

Letture: 28

SANTIQUARANTA

Uva: moscato di Baselice
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Luca Baldino ed Enrico De Lucia, storie parallele. Il primo famoso produttore di Sidro, uno dei pochissimi in Italia, sicuramente l’unico nel Centro-sud, l’altro con una esperienza di produttore di vino alle spalle. I due si incontrano e decidono di valorizzare il territorio del Fortore portato sotto i riflettori in questi ultimi tre anni da Castelmagno di Diego Pizzi e da Masseria Parisi: moscato di Baselice, falanghina e aglianico i tre vitigni da cui fare vini di qualità, tipici, ben equilibrati sul rapporto tra qualità e prezzo. Vigne a Baselice e cantina a Torrecuso, una delle vetrine del vino sannita. In primo piano mettiamo subito questo Moscato bianco vinificato in secco sulle orme di una analoga decisione della Cantina di Venosa con il mitico Dry Muscat. Il risultato è sicuramente straordinario, la conferma di come sia importante anche percorrere strade non battute da altri scovando la tradizione dimenticata qual è quella del moscato che in Campania viene alla grande grazie alla mineralità del suolo trasferita nel bicchiere. Dunque profumi intensi dolci tipici del vitigno, poi in bocca la musica cambia le aspettative per orientarsi verso una beva secca, di qualità, di buon intensità e persistenza. Bell’esordio dei due compari, grande bianco che si iscrive di ufficio nella tradizione campana.

Sede a Torrecuso, Contrada Torrepalazzo
Tel.0824.876128, fax 0824.876842
Sito: http://www.santiquaranta.it
Email: info@santiquaranta.it