Mozzarella al pascolo e Rosato alla Corte de’ Rossi: con Slow Food antichi sapori di Caserta

Letture: 165
Francesco Marconi e i coniugi Angelino

di Tonia Credendino

A Casola, piccola frazione a ridosso della più conosciuta Casertavecchia si è svolta una piacevole serata dedicata ai sapori della nostra terra ma soprattutto un’occasione per ritrovarsi e confrontarsi.

Ottocentesca la residenza, Corte de’ Rossi, che ci ha ospitati, immersa nella totale tranquillità di una vera oasi verde di pace.

Gli amici di Slow Food Caserta

Tra i presenti il promotore dell’evento Francesco Marconi fiduciario della Condotta Slow Food CE, Nicola Cecere che con le sue sorelle porta avanti la storica azienda bufalina di Cancello Arnone, i coniugi Angelino con il loro ultimogenito Petali – Rosato di Primitivo.

Nicola Cecere e Francesco Marconi

Al buffet le gustoce olive caiazzane di San Prisco e le verdure dell’orto biologico de La Colombaia.

Olive caiazzane di San Prisco
Le verdure dell’azienda biologica La Colombaia
Un momento della serata

Lieta l’unione che ancora una volta ha stimolato alla riflessione sulle potenzialità di un territorio sempre più devastato ma che oggi come mai chiede riscatto e lo fa con intelligenza e spirito di gruppo.

Piatto assortito
Vini in degustazione