La mozzarella a Lsdm 4| Barlotti, il caseificio degli stellati

Letture: 5313
Enzo Barlotti
Enzo Barlotti

 

Il legame tra Paestum e le bufale è indissolubile. Infatti le prime testimonianze scritte di questi animali risalgono al 1700 ed ai viaggiatori del Grand Tour. Visitando Paestum Winkelmann e Goethe, non avendo mai visto una bufala, rimasero colpiti sia dalla maestosità del Tempio di Nettuno che da questi “enormi ippopotami dagli occhi iniettati di sangue che vivono nel fango”.

Come a dire che le bufale da queste parti ce le hanno nel “sangue”. Sono state utilizzate anche come animali da lavoro perché la Piana del Sele, precedentemente alla bonifica degli anni ’30 del secolo scorso, era una zona paludosa e le mucche non adatte ai lavori agricoli. Per le bufale, invece, era un habitat naturale essendo anche delle abili nuotatrici.

Azienda Barlotti
Azienda Barlotti

In questo contesto a pochi metri dal parco archeologico di Paestum le bufale dell’azienda Barlotti vengono accarezzate dalle fresche brezze marine e dalla tiepida aria che emana il tufo pestano. Tra le più antiche realtà produttive della Piana del Sele. Dagli inizi del 1900 fino al 1958 la famiglia Barlotti ha prodotto mozzarella di bufala, poi un periodo di pausa per dedicarsi solo all’allevamento per poi ripartire nel 1991.

Azienda Barlotti
Azienda Barlotti

Oggi a capo dell’azienda c’è Nunziante detto Nando, terza generazione, supportato dai figli Raffaele, Vincenzo e Gaetano. Bocconcini, trecce, mozzarella, provola affumicata tutto con latte 100% bufala. Una produzione artigianale di altissima qualità, per una delle mozzarelle più apprezzate da gourmet e chef. L’azienda infatti vanta clienti prestigiosi dalla Francescana di Massimo Bottura a Villa Crespi di Antonino Cannavacciuolo, dal Four Seasons di Firenze di Vito Mollica alla Torre del Saracino di Gennaro Esposito, solo per citarne alcuni.

Un successo che parte ovviamente dalla qualità del latte, ci vuole certamente attenzione, cura e maniacalità nel processo produttivo ma senza un latte di altissima qualità non potrà mai esistere una mozzarella di qualità. Questo paradigma sembra essere ben chiaro alla famiglia Barlotti.

Azienda Barlotti
Azienda Barlotti

 

Azienda Barlotti
Azienda Barlotti

Ogni giorno è possibile svolgere visite guidate, osservare la produzione della mozzarella, degustare direttamente in azienda gelati, yogurt, dolci e piatti a base di ricotta, mozzarella di bufala campana e carne di bufalo. In degustazione, oltre alla mozzarella di bufala ed agli altri prodotti a latte di bufala, troverete una selezionata presenza di prodotti enogastronomici del territorio, da acquistare o consumare direttamente in azienda.

Barlotti, il bancone
Barlotti, il bancone

Sempre di più l’azienda si sta dedicando con profitto all’accoglienza ed all’ospitalità. Visite guidate per gruppi o per semplici appassionati che vogliano scoprire i segreti della produzione e concedersi una passeggiata tra gli animali e capirne la loro vita. Apprezzare direttamente il benessere delle bufale sia quelle in lattazione che i giovani maschi che non prima dei 18 mesi, ben allevati, saranno destinati alla produzione della carne. Nel punto degustazione, aperto qualche anno fa e ristrutturato da poco, è possibile assaggiare piatti a base di prodotti aziendali abbinati a tante verdure provenienti dall’orto a vista.

Una nuova sfida sarà quella della produzione dei formaggi anche se al momento resta tutto top secret. Tante novità all’orizzonte per un’azienda ed una famiglia che ha radici solide e sguardo fiero verso il futuro.
Via Torre di Paestum, 1 – Capaccio-Paestum (SA)

Tel. 0828 811146 – Fax 0828 721047

info@caseificiobarlotti.com – www.caseificiobarlotti.com

Sempre aperto, eccetto Natale, Capodanno e Pasqua

 

3 commenti

  • Angelina Bezzi

    (12 aprile 2016 - 09:59)

    Troppo Bravi!

  • luigi ruggiero

    (12 aprile 2016 - 13:30)

    mozzarella eccezionale velo dice uno che di mozzarella sene indente bravi

  • Antonio

    (21 agosto 2016 - 11:22)

    Buongiorno ,mi sono posto sempre una domanda per la mozzarella Salernitana cioè di Battipaglia e Paestum e la mozzarella del Casertano Cancello Arnone Mondragone ecc. La lavorazione differenzia . Cordiali Saluti Estivi Antonio

I commenti sono chiusi.