Mozzarella di bufala campana dop: caseificio La Reale di Falciano del Massico

Letture: 628
caseificio La Reale, il punto vendita

di Antonella D’Avanzo

Per raccontarvi ancora una volta del prodotto principe della provincia di Caserta, la mozzarella di bufala campana, ho fatto visita al caseificio La Reale situato a Falciano del Massico in località Cappella Reale, luogo che prende il nome da una cappella dove il re Ferdinando di Borbone si fermava a pregare per riposarsi dalle fatiche della caccia. Questo è uno dei territori dell’Ager Falernus, che vede la produzione del pregiatissimo vino Falerno del Massico narrato da Catullo, Plinio il vecchio, Cicerone e Virgilio presente sulle tavole più prestigiose sin dai tempi dei Romani. È un’area carica di storia e di fascino che offre diverse tipicità di grande qualità come l’olio di oliva Terre Aurunche, un extra vergine molto apprezzato per produttività e per il buon contenuto di polifenoli.

Oltre ad essere una terra a forte vocazione agricola con terreni fertili, dove l’allevamento della bufala è ben rappresentato, vede anche la straordinaria presenza del lago di Falciano, oggi riserva naturale, noto in passato come lago di Carinola.

caseificio La Reale, l’ingresso

L’azienda casearia-bufalina è stata fondata nel 2001 dai fratelli Biagio e Antonio Di Benedetto, allevatori e casari alla terza generazione, per continuare la tradizione di famiglia con la produzione della nobilissima arte bianca iniziata dallo zio Luigi, fratello di nonno Biagio, che mise su uno dei primi caseifici dopo il periodo delle cosiddette “pagliare”, antichi allevamenti di bufale con annessa caseificazione. I due fratelli lavorano, quotidianamente, con passione e spirito di collaborazione nella gestione e nella produzione, mantenendo una conduzione familiare con risultati eccellenti.

caseificio La Reale, sfere di mozzarella di bufala campana dop

I metodi di lavorazione del latte di bufala, che giunge al caseificio da allevamenti in proprietà situati in zone limitrofe, sono di tipo artigianale, dove solo una parte della fase ultima, la formatura, è meccanizzata nel pieno rispetto delle nuove normative vigenti in tema di materia di igiene e sicurezza alimentare. La Reale non produce solo un’ottima mozzarella dop ma anche ricotta di bufala e formaggi di bufala, tra cui il caciocavallo, bontà disponibili presso i tre punti vendita diretti della casearia.

caseificio La Reale, fasi di lavorazione della mozzarella di bufala campana dop

Tra i clienti favoriti troviamo l’intera squadra di calcio Milan che periodicamente si fornisce di questo prelibato prodotto. La mozzarella è un formaggio facilmente digeribile, con un ridotto contenuto di lattosio e di colesterolo; è un’ottima fonte di proteine ad elevato valore biologico, con un moderato apporto di grassi, e fornisce elevate quantità di calcio, fosforo, vitamine idrosolubili (B1, B2, B6 e Niacina); essa è anche una buona fonte di vitamina E e zinco, sostanze che contribuiscono a contrastare l’azione negativa dei radicali liberi. L’apporto calorico è di circa 250 Kcal per ogni 100g di prodotto, fra i più bassi fra tutti i formaggi, quindi un eccellente alimento per gli sportivi e non solo.

 

Foto di Antonella D’Avanzo


Caseificio  La Reale S.r.l.

via Case Sparse – S.P. 7 (rotonda di Cappella Reale)

81030 località Cappella Reale, Falciano del Massico (Ce)

tel/fax 0823 740233

www.caseificiolareale.com

caseificiolaeale@libero.it

Orari di apertura: dal lunedì alla domenica 07:00-20:00

Visitabilità dell’azienda: per gruppi e su appuntamento

Altri punti vendita: Via Domitiana km 22,600 Mondragone (Ce) tel. 0823 973423

Via Duca degli Abruzzi, 54 Mondragone (Ce) tel. 320 1937874

Un commento

  • gianmarco dodet

    (4 aprile 2014 - 20:21)

    la campania tutta è una terra stupenda denominata felix dagli antichi romani purtroppo da troppo tempo è stata martoriata da italiani traditori della loro terra natìa che per 30 denari si sono venduti le vostre bellezze creando un clima di morte,
    purtroppo io non mi fido più non sono più disposto

I commenti sono chiusi.