Album > Personaggi
7

Puok e Med apre una paninoteca al Vomero con Capatoast

20 gennaio 2016
Egidio Cerrone, alias Puok eMed

Egidio Cerrone, alias Puok eMed

Puok e Med apre una paninoteca al Vomero a Via Cilea. L’appuntamento è per la fine di febbraio e segna il punto di arrivo del percorso di Egidio Cerrone, autore del fortunato blog  Puok e Med che ha creato un genere a Napoli ed è sempre più imitato.

Giovanissimo, informatico, dopo aver lanciato e provato panini a Napoli e dintorni, famoso il pellegrimangio da Mazzella a Monte di Procida e per il controvideo a McDonal’s che ha fatto milioni di visualizzazioni, Egidio ha avviato prima alcune consulenze per poi decidere di aprire un porprio posto. Sarà una hambureria in piena regola, non solo napoletana ma con tutti gli stili, molto pop e senza tanta filosofia dietro.
Indecisione sul nome: Puokemed e Slow Puok al vaglio. Anche il beverage sarà da definire.
Cerrone ha una folto pubblico giovanile che lo segue, lo ha dimostrato nella consulenza alla pizzeria di Gaetano Genovesi a via Manzoni facendone un cult. Il primo esempio di locale che raggiunge successo attraverso i social e non con i media tradizionali.

Puok e Med al Vomero farà dunque panini. Su di lui hanno scommesso i proprietari di Capatoast, un altro successo di massa al Vomero, un quartiere da questo punto di vista molto vivace e ricco di iniziative.

Una standing ovation dal fondo della sala: è quello di chi vedendo il passaggio di campo di Egidio da critico a oggetto di critica, pensa di avere campo libero. Ma noi pensiamo che la storia di questo ragazzo non finisce qui.
Dopo PUok e Med al Vomero ne vedremo di altre, tutte molto belle.
Auguri Puok

 

7 Commenti a “Puok e Med apre una paninoteca al Vomero con Capatoast”

  1. Vincenzo Iovino scrive:

    Augurissimi Egidio. Sei un grande!
    Vincenzo Iovino
    pomdorodelpiennolo.it

  2. Marco Contursi scrive:

    Slow?…..non scherziamo….

  3. Mara scrive:

    Egidio un critico? Un blogger non è un critico! Poi lui fa pubblicità ai locali mica critica. I critici gastronomici sono bene altri!

  4. alex scrive:

    evviva il “BUONO” che avanza…….

  5. Enrico Di Roberti scrive:

    In bocca al lupo…

  6. Emma Frost scrive:

    Ma uno spellcheck prima di pubblicare l’articolo no? “Puok e Medche”, “McDonalds’ ” (si scrive McDonald’s), “un porprio posto”, “hamburheria”, “alltraverso”, “non finisce qui” (qui ci voleva un congiuntivo), “PUok e Med”. Fretta di fare lo scoop?

  7. Ciccio pepesce scrive:

    Da quando curare le pagine FB significa fare consulenze?