Le 20 pizzerie napoletane selezionate dalla Guida Espresso

Letture: 431
Maria Cacialli e Felice Messina
Maria Cacialli e Felice Messina

Come di consueto La Guida Espresso dedica ampio spazio alle pizzerie, stavolta  inserite anche nel fascicolo centrale.
Vediamo chi c’è nella edizione 2016.

NAPOLI
_______
50 KALO

Piazza Sannazzaro, 201B
Tel.081.19204667
www.50kalo.it
Sempre aperto
Ferie in agosto

Una passione ereditata dal padre che ha portato Ciro nel cuore di Mergellina, in uno spazio ora raddoppiato sino a 200 posti a sedere per poter sostenere una domanda costantemente superiore alle possibilità dei forni. Sui 15 euro.

_______________
ADD’ O GUAGLIONE

Via Consalvo, 101
Tel. 081. 593 6357
Sempre aperto

Salvatore Urzitelli era nu Guaglione, un ragazzo, quando iniziò a lavorare in questa pizzeria con il padre quasi 40 anni fa nel quartiere Fuorigrotta. Da provare il calzone Antica Napoli con la scarole buonissima in buona evidenza e ancora con l’uva passa ci regala sapori autentici, un pasto completo vegetale.  Sui 15 euro.

__________________
CIRO A SANTA BRIGIDA
Via Santa Brigida, 72
www.ciroasantabrigida.it
Sempre aperto, chiuso domenica
Ferie due settimane in agosto

Il proprietario è Antonio Pace, storico presidente dell’Associazione Verace Pizza Napoletana ed erede di una lunga tradizione familiare nel settore della ristorazione. Il locale è un ristorante-pizzeria su due piani, potete scegliere di sedervi vicino al forno oppure nella sala più grande con veranda. Vini campani e nazionali. Sui 20 euro.

_________
DA ATTILIO
Via Pignasecca, 17
Tel.081.5520479
Sempre aperto. Chiuso domenica
Ferie in agosto.

In uno dei quartieri più popolari, ma a due passi da via Toledo, questa pizzeria di tradizione aperta nel 1938, continua il proprio lavoro migliorando di continuo gli impasti e selezionando prodotti di qualità e ben tracciabili. Attilio è al lavoro aiutato in sala dalla sorella e in cucina dalla madre che propone anche qualche piatto tipico. Sui 10 euro.

________________________
DA CONCETTINA AI TRE SANTI
Via Arena della Sanità, 7
Tel. 081.290037
www.pizzeriaoliva.it
Sempre aperto
Ferie in agosto

Nel cuore della Sanità il giovanissimo Ciro Oliva rivolta come un calzino l’antica pizzeria di famiglia e la propone in chiave moderna con un doppio forno (uno per l’asporto e l’altro per la sala), il giusto restyling e tanta voglia di farsi conoscere anche attraverso iniziative sociali di quartiere. Ma a parlare sono soprattutto le pizze, sempre ben eseguite, buona quella estiva al limone. Sui 10 euro.

__________
DA MICHELE

Via Cesare Sersale, 1-3
Tel. 081.5539204
www.damichele.net
Sempre aperto, chiuso la domenica
Ferie in agosto

La storica pizzeria della famiglia Condurro dalla quale sono gemmate innumerevoli locali con lo stesso stile, la tipica pizza a ruota di carro è un riferimento assoluto. Difesa della tradizione così come si è cristallizzata nel Dopoguerra, con l’uso, rivendicato, dell’olio di semi e una margherita che non si mastica ma si scioglie in bocca. L’altro must è la marinara. Servizio velocissimo.

_________
DI MATTEO

Via dei Tribunali, 94
Tel.081.455262
www.pizzeriadimatteo.it

Certo, in via dei Tribunali c’è l’imbarazzo della scelta tra le innumerevoli pizzerie sempre assediate dalle file di giorno e di sera, ma Di Matteo è un riferimento assoluto dal 1936. Una scuola da cui tanti sono passati per poi mettersi in proprio. Qui adesso c’è l’ultima generazione rappresentata da Salvatore: asporto in strada e doppia sala, tutto rapido, preciso ed essenziale. Tra i fritti la miglior “frittatina” di Napoli con il ragù bianco borbonico. Sui 10 euro.

________
GORIZIA

Via Bernini, 29-31
Tel.081 5782248
Aperto sempre, mai in ferie
www.pizzeriagorizia1916.com

Quando Salvatore Grasso aprì questa pizzeria in piena guerra mondiale dedicandola a una città italiana liberata dagli asburgici, la collina del Vomero era uno spettacolare fuoriporta. Oggi tutto è cambiato tranne la bontà di questa pizza che ha visto il quartiere trasformarsi decennio dopo decennio. Vini campani. Non troverete turisti, ma solo clienti napoletani. Sui 15 euro.
______________________
LA FIGLIA DEL PRESIDENTE
Via del Grande Archivio, 23/24
Tel. 081.286738
Aperto dalle 11.00 alle 24.00
Chiuso la domenica (mai in novembre e dicembre)
www.lafigliadelpresidente.it

Maria Cacialli e il marito Salvatore Messina onorato la memoria del grande Ernesto Cacialli, il piazziolo che offrì la pizza a Clinton nel 1994 in questo locale classico a due piani in una storica traversa di via dei Tribunali. Grandi fritti, storica margherita, la pizza del pizzajuolo (provola e pepe) o con il baccalà. Ora al lavoro c’è il figlio Armando che assicura la continuità a un marchio costruito con tenacia che sbarca in Corea del Sud con 50 locali. Sui 10 euro.

_____________
LA MASARDONA
Via Giulio Cesare 27
Tel.081.281057
Sempre aperto, chiuso domenico
Ferie in agosto

La Fritta con ‘cicoli’ (frattaglie di maiale) e ricotta o pomodoro e mozzarella è il primo gradino che porta alla conoscenza della pizza napoletana. Nasce davanti alle case più povere, nutriente e sicura come tutte le fritture nei paesi caldi. La Masardona è l’interprete più autentica di questa tradizione che sta conoscendo un nuovo rilancio. A due passi dalla stazione, Enzo Piccirillo con tutta la famiglia propone solo questa tipologia . Sui 10 euro.

__________
LA NOTIZIA

Via Caravaggio 53-54 e 94°
081.7142155
Aperto la sera, chiuso lunedì
Ferie in agosto

Enzo Coccia, il pionere della ricerca in città, è l’unico pizzajuolo ad avere due locali nella stessa strada. Partì in un piccolo spazio dopo aver lasciato il locale di famiglia per poi aprire un nuovo concept nel quale entravano per la prima volta bollicine e birre artigianali, sino al raddoppio della vecchia sala. Sono in tanti da tutto il mondo a venire qui per imparare il mestiere. Servizio professionale e veloce in entrambi i locali. Sui 20 euro.

_____________
LIEVITO MADRE
Via Partenope 1, Napoli
Tel. 081/19331280
Sempre aperto

Le pizze sono quelle di Sorbillo, ma il concept è moderno al punto da imporre una regolata a tutti i locali del lungomare. Doppio forno di cui interamente dedicato ai celiaci, sette pizze (tra le quali imperdibili sono la margherita classica, antica Napoli con fiordilatte, Cetara), sette vini, sette birre, sette piatti: un gioco infinito che varia di stagione in stagione . Si mangia nelle due sale ma soprattutto fuori, all’aperto con vista su Capri e la villa comunale.
Sui 15 euro.

________
SORBILLO
Via dei Tribunali, 32
Tel. 081.446643
www.sorbillo.it
Sempre aperto. Chiuso domenica
Ferie in agosto

Via dei Tribunali, via della Pizza. E Gino Sorbillo ne è diventata una icona grazie alla riorganizzazione degli spazi, alla creazione di una “Casa della Pizza” dove fare sperimentazioni o semplicemente vedersi per chiacchierare, ma soprattutto grazie al fatto di essere stato il primo pizzaiolo ad usare i social network. La Margherita e la Marinara “a ruota di carro”, cioé più grande del piatto, sono un must. Sui 10 euro.

_______
STARITA

Via Materdei, 27-28
Tel.081 5573682
Sempre aperto, chiuso lunedì e domenica a pranzo.
Si mangia nella storia della pizza: il locale è aperto da 113 anni, qui si giò l’Oro di Napoli e l’atmosfera è davvero quella della vecchia Napoli nonostante Antonio Starita sia stato il primo a sbarcare a New York. Servizio essenziale, veloce ed efficace, vini campani. Sui 10 euro.

_________________________
VUOLO A ECCELLENZE CAMPANE
Via Brin, 69
Tel.081.5636303
www.eccellenzecampane.it
Sempre aperto

Guglielmo Vuolo è tornato dopo alcuni anni vicino alla storica piazza Mercato, dove nasce la sua tradizione familiare. Grande esperto di cottura a bocca di forno, ottimo conoscitore di impasto, del palazzo del food tipico all’ingresso della città è subito diventato una delle colonne portanti. Curioso di prodotti, ama giocare con la memoria: ecco la pizza Margherita con i pomodori pelati freschi o quella con l’acqua di mare. Eccellenze Campane in alternativa alla birra prodotta sul posto. Sui 10 euro.

———————————————

CAIAZZO

PEPE IN GRANI
Vico San Giovanni Battista, 3
Tel. 0823.862718
Aperto la sera, domenica a pranzo
Chiuso lunedì, ferie variabili.

Franco Pepe è uno degli artefici del Rinascimento della pizza napoletana. Nel suo locale a due piani con giardino proverete le classiche e alcune sue creazioni che lo hanno reso famoso, come il calzone alla scarola cruda, la Margherita sbagliata, la Mastunicola (formaggio e pepe) in un percorso-degustazione che vi accompagna sino al dessert: pizza con fichi e grattata di conciato romano. Sui 20 euro.

______________________
PONTECAGNANO

ANTICA PIZZERIA NEGRI
Via Budetti, 28
tel.089.848001
www.pizzerianegri.com
Aperto la sera, chiuso lunedì
Ferie: mai

La sala liberty con le foto delle cameriere anni Trenta, la cantina, il forno antico: si respira la storia in una delle pizzerie più antiche della Campania, creata nel 1928 da Edoardo Negri e ancora oggi gestita con passione dagli eredi. Una pizza leggermente diversa da quella napoletana ma ugualmente buona nelle espressioni classiche (squisita la bianca con i latticini della Piana del Sele). Da bere ampia scelta di birre artigianali e tanti vini campani. D’estate si cena all’aperto nel giardino ristrutturato. Sui 20 euro.

_______________________
SAN GIORGIO A CREMANO

FRATELLI SALVO

Largo Arso, 10
Tel.081.275306

www.salvopizzaioli.it
Sempre aperto. Chiuso domenica.
Ferie in agosto

La piccola pizzeria di famiglia è diventata un modello moderno grazie all’impegno dei giovani fratelli Francesco e Salvatore Salvo. Tutto inizia con il cambio di passo sulle farine e la qualità degli ingredienti selezionati, poi il restyling con il raddoppio dello spazio e il rifacimento dell’immagine. Oggi la pizzeria sforna centinaia di pizze al giorno e le frittatine di pasta e patate, i ‘crocché’ e gli arancini non si possono contare.  In servizio è una vera e propria macchina da guerra collaudata, professionale e affettuosa. Sui 15 euro.

________________________________________

SALERNO

RESILIENZA
Via Andrea Sabatini, 4
Tel. 089 285 3082
Aperto a pranzo e a cena
Chiuso: domenica
Dopo due anni in periferia, Gennaro Coppeta ha fatto il salto: grazie all’aiuto della sua famiglia, a partire dalla madre Cristina – sempre in prima linea in cucina – e della sua compagna Luciana, giovane architetto che ha ridisegnato completamente il locale, l’ex ristorante ‘Il Sipario’. Il menu, che è stato ulteriormente arricchito, arriva ora a poco meno di trenta varianti. Si va dalle tradizionali margherita e marinara ai diversi tipi a base bianca o rossa. Birre artigianali e vini campani. Sui 15 euro.
__________________________________________

TORRE DEL GRECO

PALAZZO VIALDO

Via Nazionale 981 (uscita Torre Annunziata Nord)
Tel. 081.8471624
www.palazzovialdo.it
Aperto sempre

Tre piani e un dehors in cui ci sono il ristorante, la pizzeria e la vineria. Al forno Gianfranco Iervolino, il pizzaiolo che lascia ogni tanto la pala per prendere la chitarra e cantare. Grande studioso di impasti e di lievitazione, ama studiare e farine e puntare sulla digeribilità del prodotto. Da manuale le sue marinare, margherite, ripieno. Sempre centrate quelle creative, frutto di ricerca degli abbinamento più che dello stupore. Buona carta di vini campani e italiani e birre artigianali. Sui 15 euro.

2 commenti

  • Bruno Calamaro

    (11 ottobre 2015 - 12:13)

    Ma La Masardona non sta affatto a va Giulio Cesare: Sta a via Giulio Cesare CAPACCIO: che sta giusto dall’altra parte della città! E i cicoli non sono affatto e frattaglie di maiale. Quando mai?!…

  • peppiniello

    (12 ottobre 2015 - 08:57)

    Effettivamente definire i”ciccioli”frattagle di maiale fà dubitare molto sulle competenze gastronomiche degli ispettori,fatte salve la buona fede ed i gusti personali si evince che le”bibbie” in sostanza non esistono.

I commenti sono chiusi.