Nebbiolo d’Alba 2008 Il Principe Michele Chiarlo

Letture: 136
Nebbiolo d’Alba 2008 Il Principe Michele Chiarlo

di Teresa Mincione

C’è chi ama ‘o famo strano e chi invece gode  in classicità. In beffa ai soliti maliziosi, si parla di vino! Sui gusti non si discute, è lapalissiano, ma nell’era del biodinamico, del biologico, del senza solfiti e quant’altro, c’è chi con arte decide di “ rivoluzionare” scegliendo l’abito che non passa mai di moda. L’azienda Chiarlo, è un nome che nel wine-word piemontese spicca e risuona, per stile e qualità. Una ridotta resa per ceppo, uno scrupoloso diradamento dei grappoli, e una vendemmia a voce degli indici di maturazione fenolica, la filosofia trasmessa nei loro vini.

Per i Chiarlo è pura tradizione, per altri un classic style. Di certo, un punto di forza e di vanto per la viticoltura piemontese. I vigneti solo in prestigiose colline.  Barolo, Barbera, Nebbiolo, tutti con un fil rouge che affonda radici nel territorio, esprimendolo con autenticità.  Nebbiolo D’Alba Il Principe 2008, un rosso di grinta e sostanza che trova il suo affinamento nel dolce sostare di dodici mesi in botti grande di rovere. Un Nebbiolo più immediato e meno impegnativo rispetto al “re” Barolo e alla “regina” Barbaresco prodotti in azienda. Da qui ,“il Principe! L’olfatto  si ritrova classico ma impeccabile. Note di frutta rossa succosa e invitante, precedono i sottili refoli di mammola e viola. La chiusura olfattiva è di spezie dolci.  In bocca, risalta l’ottima struttura che, unita alla spiccata mineralità  lo rende invitante e piacevole. Sei anni, e strada da fare. Sapori pieni e corposi parlano del terroir d’origine, grazie anche alla composizione dei terreni ricchi di magnesio e potassio. Il Nebbiolo D’Alba, è simbolo della ricca e poliedrica tradizione piemontese. Lo spirito della famiglia Chiarlo è riuscito a potenziarne le sfaccettature attraverso la scelta del territorio più adatto. In quei pendii scoscesi delle colline dei Roeri, espste a sud, sud ovest ha trovato il  locus adatto in grado di garantire quelle tante ore di sole di cui ha bisogno un vitigno tardivo come il Nebbiolo, che certamente resta, in qualsiasi sua versione, uno dei vitigni che di class..e ne ha da vendere.

 

Sede in Strada Nizza-Canelli, 14042 Calamandrana (Asti) – Tel.  0141.769030 – www.michelechiarlo.itinfo@chiarlo.it