Negroamaro Salento Igp 2011| Voto 87/100

Letture: 2
Negroamaro Salento Igp 2011 Calitro Vigneti Lonoce
Negroamaro Salento Igp 2011 Calitro Vigneti Lonoce

Calitro Vigneti Lonoce
Uva: negroamaro
Fascia di prezzo: 33,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno
Vista 5/5 – Naso 26/30 – Palato 26/30 – Non omologazione 30/35

Negli ultimi tempi la qualità dei vini prodotti in Puglia è innegabilmente migliorata di molto, raggiungendo molto spesso punte di eccellenza. Ed il termometro per misurarne la valenza ci viene fornito ogni anno da Radici del Sud, che sancisce in modo inconfutabile la bontà delle etichette pugliesi insieme con quelle di tutto il Meridione.

L’azienda Calitro Vigneti Lonoce di Sava è una di queste aziende in costante crescita per numeri e, soprattutto, per qualità. Proprio all’ultima edizione di Radici del Sud ha presentato il suo vino di punta: Negroamaro Salento Igp 2011, che è riuscito a conquistare la fiducia dei giudici, tanto da piazzarsi al secondo posto assoluto così come ha decretato la giuria internazionale.

Controetichetta Negroamaro Salento Igp 2011 Calitro Vigneti Lonoce
Controetichetta Negroamaro Salento Igp 2011 Calitro Vigneti Lonoce

Sistema di coltivazione ad alberello. Raccolta delle uve lievemente appassite. Fermentazione in acciaio e maturazione in barriques di rovere di primo passaggio per un anno e successivo affinamento in vetro per altri mesi, prima che il vino venga messo in commercio. La gradazione alcolica raggiunge i quattordici gradi e mezzo.

Classico il colore che traspare nel bicchiere: rubino intenso, con screziature purpuree. Spettro aromatico segnato da un coté di frutta rossa, soprattutto sottobosco, e da note  floreali, vegetali, minerali, vanigliate, tostate e salmastre. Impatto del sorso sulla lingua caldo e sensuale, con doviziose percezioni tattili acide, morbide, sapide, carezzevoli, dinamiche, equilibrate, rotonde, eleganti e coniugate poi ad un’ampiezza polposa. Bei tannini.  Allungo finale abbastanza persistente, connotato da toni evoluti e da un sottofondo amarognolo come da copione, che sublima la beva. Vino longevo. Da associare a pietanze a base di carne e a formaggi a pasta dura. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Sava (Ta) – Contrada Papacaniello 18/19
Cellulare 349 3848634
[email protected]www.vigneticalitro.it
Ettari di proprietà: 50, di cui 40 vitati
Bottiglie prodotte: 50,000
Vitigni: negroamaro, primitivo e verdeca