Nero Nè 2008 Taurasi Il Cancelliere

Letture: 550
Nero Nè 2008 Taurasi Il Cancelliere
Nero Nè 2008 Taurasi Il Cancelliere

Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da 15 a 20 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

In teoria non sarebbe poi tempo di Taurasi. Ma dopo un Pinot Nero alsaziano e un Saint Emilion decisamente vaniglioso e morbido, di fronte ad un piatto di cui non avevo proprio idea dell’esistenza, i Bucatini alla Mike, il palato esige tannini scostumati. Persino ruvidi: c’è poso da fare, è difficile distinguere il confine tra tipicità e linguaggio comune del vino, ma alcuni parametri possono essere tracciati. Se cerco un Taurasi relativamente giovane come questo prodotto a Montemarano e curato dal bravissimo Antonio De Gruttola, maghetto dei rossi da Aglianico, non cerco equilibrio, ma tannini e acidità ben pronunciate.
Dunque dalla cantina di Emanuele Izzo, a Piazzetta Milù, ecco spuntare questo campioncino dal colore rosso rubino vivo e vegeto, con profumi di ciliegia e cenni fumé, che al palato, di fronte al piatto rafforzato dal conciato romano, fa esattamente il suo dovere.

Ecco dunque allora a cosa servono questi vini: farci godere della gioia del cibo aiutandoci a mangiare tutto, anche se sono quasi l’una di notte. E dunque che dire, se lo avete apritelo, se volete aspettarlo, potete per almeno una decina d’anni.
Evviva il Taurasi del Cacenlliere.

 

Sede a Montemarano. Contrada Iampenne. Tel.0827.63557 www.ilcancelliere.it Enologo: Antonio De Gruttola. Bottiglie prodotte: 26.500 Ettari: 7 di proprietà. Prezzo in enoteca 30 euro

7 commenti

  • Marcello

    (27 luglio 2016 - 10:14)

    Un Taurasi su di un piatto di pasta e’ uno spreco ed un abbinamento molto ma molto personale, bastava stappare un “Gioviano” (Aglianico base meno strutturato) della stessa azienda che forse ci stava anke meglio….

  • Michele Racioppi

    (27 luglio 2016 - 12:30)

    Un Taurasi, soprattutto all’una di notte, non è mai uno spreco. Comunque : maturazione in botti di rovere di 32 hl.

  • Francesco Mondelli

    (27 luglio 2016 - 19:35)

    Premesso che Lucianone non é uno sprovveduto ne ha bisogno della mia difesa vorrei ricordare al signor Marcello che quando si ha a che fare con il “conciato romano”le munizioni non sono mai sufficienti.Buone bevute a tutti da FM.

  • Lello Tornatore

    (27 luglio 2016 - 22:19)

    …e per fortuna che c’è Francesco Mondelli… :D

  • Giovanni Starace

    (27 luglio 2016 - 22:33)

    Ieri sera ho aperto 2 bottiglie 2007, 9 anni portati benissimo. La vera espressione dell’ aglianico.

  • Marcello

    (28 luglio 2016 - 05:57)

    Ma non era un bucatino alla Mike?? Ooooops era al conciato romano camuffato alla Mike, ahahahah….

  • Marcello

    (28 luglio 2016 - 06:07)

    p.s. I miei genitori sono Stabiesi ed in casa mia il bucatino alla Mike si fa da 40 anni, Michele a Varano diede la ricetta a mia madre….Il Conciato Romano non fa parte della ricetta originale e’ una “modifica” arbitraria dello chef che ne modifica completamente il gusto, come tutti i piatti a cui e’ aggiunto….

I commenti sono chiusi.