Guida definitiva | 15 Agriturismo in Campania dove non si resta fregati

Letture: 9782
Dipinto olio su tela 1730-’40 di Tommaso Realfonzo, dispensa con dolci, uova, salame, formaggi e limoni. Museo di Pesaro

di Marco Contursi

Moltissimi scelgono gli agriturismo in Campania, molti prendono fregature in posti che altro non sono che ristoranti travestiti per usufruire di agevolazioni fiscali o per guadagnare in appeal (in Campania in un agriturismo la varietà ed il numero degli ingredienti presenti nelle pietanze proposte devono provenire per oltre il 60 per cento dalla propria azienda ovvero da aziende agricole e agroalimentari presenti nello stesso Sistema Territoriale di Sviluppo).

Io provo a segnalarvene alcuni, conosciuti e non, che rispettano in toto o almeno per gran parte i requisiti di cui sopra. Se chi legge ne conosce altri, è gradita la segnalazione. Consiglio sempre di chiamare il giorno prima poiché un agriturismo vero, non è un ristorante che è sempre aperto e quindi potrebbe avere le cucine chiuse poiché in assenza di prenotazioni, i titolari si dedicano ai lavori agricoli e all’allevamento.
__________________________________

Agriturismo Mastrofrancesco, Morcone (Bn)
__________________________________

Berardino Martino

C.da Piana, 262 Morcone (BN)
Telefono 0824.957033  Cellulare Dino 328 62 29 999

Siamo al confine con la provincia di Campobasso, 1 ora da Napoli e da Salerno. Qui Dino Martino alleva allo stato semibrado maiali neri, polli, anatre, tacchini. Imperdibili i salumi di nero casertano (il prosciutto tagliato a mano da dipendenza) come pure le zuppe di erbe selvatiche. Da provare anche le paste ripiene fatte in casa e il pollo ruspante al forno. Se poi siete un gruppetto chiedete di farvi un maialetto allo spiedo e godrete come poche volte in vita vostra. Da provare!

___________________________________

Agriturismo Carpineto, Pietrastorino (Av)
________________________________

Carpineto – immagine tratta da www.agriturismo.it

Via Ciglio 21 Pietrastornina (AV)
Aperti sempre con prenotazione obbligatoria
Tel. 0825.902852; cell 340.4616852 Rosalba 333.6582619 Mattia
Mattia è un giovane veterinario che dopo la laurea ha deciso di dedicarsi all’azienda di famiglia. Presso l’agriturismo troverete maiali neri, caprette, asini, galline, maialini vietnamiti, conigli per la gioia dei più piccini. Cucina locale che vede nelle “laganelle” con crema di ceci, funghi porcini e cotechini di suino casertano il top della bontà senza tralasciare la pancetta di maiale nero al forno alle erbe del Partenio o un coniglio ruspante alla cacciatora. Rosolii casalinghi in un contesto bucolico autentico.

________________________

Tenuta Montelaura  , Forino (Av)
________________________

Lello Tornatore

via dei Due Principati Celzi di Forino (AV)

tel 0825762500

Splendida struttura immersa tra i noccioleti. Lello Tornatore è un profondo conoscitore dei vini e della gastronomia irpina, la moglie Flavia bravissima interprete delle ricette della tradizione. Ottimi i salumi, impareggiabili gli zuzzeri impastati a mano, le frittate di erbe spontanee, la minestra maritata. Il piatto che vale il viaggio? La caprese al cioccolato con crema di cioccolato all’arancia, tra i 5 migliori dolci mai mangiati, e di dolci ne mangio tanti. Magari con un goccio di nocino.

_______________________

Agriturismo Serafina, Furore
_____________________

Serafina – immagine tratta da www.agriturismoserafina.it

Via Picola 3 località vigne Furore (SA)
Tel 089.830347

Nel contesto paesaggistico unico della costiera amalfitana tanti ettari coltivati a vite su pergolati e una ottima produzione di prodotti della terra, pomodorini di Furore in primis. Una stalla con mucche e pecore da cui ricavano una micro produzione di formaggi di qualità. Pasta fatta in casa, sottoli di propria produzione e carni e pescato locale (Totani e patate merita davvero) a due passi dalle località mito di Amalfi e Positano. Non mancate l’assaggio del loro limoncello, tutto un altro pianeta.

____________________________

Il Rifugio del Contadino, Cilento
__________________________

Il Rifugio del Contadino – immagine tratta da www.originalitaly.it

Loc. Cavaliere Bosco di San Giovanni a Piro (SA)

tel 340.2526876 tel 328.1111963

Ubicato alle pendici del monte Bulgheria, circondato da pascoli selvaggi dove ancora vivono brade le pecore cilentane, questa country house offre anche la possibilità di svolgere corsi di cucina e musica cilentana. Salumi, pasta fatta a mano (fusilli,cavateddi,ravioli), verdure imbottite, carni, sono prodotte in azienda o nelle immediate vicinanze. Ottimi i cannoli cilentani. A 30 km l’oasi WWF di Morigerati o la cascata dei Capelli di Venere a Casaletto Spartano meritano al visita.

________________________

Agriturismo I Fornari, Cilento
_______________________

I Fornari

località Fornari Stella Cilento
Tel 0974.909204

Posto ideale per chi oltre a una full immersion nella natura e nei sapori genuini, non disdegna qualche comodità, la struttura infatti dispone di piscina riscaldata, vasca idromassaggio e bagno turco. Ad accogliervi una bella macina in pietra, a ricordarvi quella che un tempo fu la struttura ossia un frantoio. Ottimi i salumi da animali propri, come le carni al forno o alla brace. Eccellente l’olio da accompagnare a verdure e zuppe. Il liquore al finocchietto selvatico poi che ve lo dico a fare.

___________________________
Agriturismo La Grotta, Corbara (Sa)
___________________________

La Grotta

Via Monacelle 1 Corbara (SA)
Tel 081.913048

Situato a Corbara, sulla strada che porta al valico di Chiunsi, porta  d’accesso alla costiera amalfitana, questo agriturismo è sicuramente una delle strutture più belle da me visitate, la stanza da pranzo infatti è situata in una spettacolare grotta naturale. Incredibile il panorama della terrazza esterna. Cucina tradizionale che vede nei pomodorini locali l’ingrediente d’elezione. Ottimi quindi i primi piatti, ma molto buone pure le carni alla griglia, e i rosolii fatti in casa con le erbe spontanee dei boschi circostanti.
___________________________________

Azienda Agrituristica Nonna Rosina, Irpinia
________________________________  

Nonna Rosina – immagine tratta da www.nonnarosina.it

Contrada Marmone 3 Nusco
Tel. 0827.607098

Nusco, il balcone d’Irpina ospita questo agriturismo che fa della cucina tipica il suo cavallo di battaglia. Sapori schietti come la lardiata o le tagliatelle col pregiato tartufo locale o dei funghi dei boschi circostanti. Da provare anche i salumi di produzione propria o le carni di animale da corte aziendali. Per chi ama i sapori forti mugliatielli e soffritto d’agnello. Possibilità di escursioni a piedi o in bicicletta nelle amene campagne circostanti.

__________________

La Fonte, Sala Consilina
__________________

La Fonte – immagine tratta da www.agriturismofonte.com

Contrada S. Giovanni in Fonti, 1 Sala Consilina (SA)

Tel 0975.74113

Casolare del’700 situato nel contesto unico del battistero cristiano di san Giovanni in Fonte che da solo merita una visita. L’azienda agrituristica si estende su 10 ettari in cui troviamo viti, alberi da frutto, ortaggi e animali da cortile ma soprattutto un allevamento ittico che vede protagonisti trote, carpe, storioni, prelibati pesci di fiume che troviamo nei piatti proposti. Per gli appassionati del genere, un indirizzo raro e fidato. Buoni pure i salumi e il vino prodotto in azienda. Meritano i dolci e i digestivi di fine pasto.

________________________________

Agriturismo Fontana Madonna, Irpinia
_____________________________

Fontana Madonna – immagine tratta da www.fontanamadonna.it

Contrada Fontana Madonna 16 Frigento (AV)
Tel 0825.444647

Struttura immersa tra uliveti di Ravece ed ogliarola ed alberi da frutto. Fiore all’occhiello della struttura sono sicuramente l’olio pluripremiato ee le confetture. La cucina propone oltre ai prodotti aziendali, le altre tipicità della zona quali il caciocavallo podolico, i formaggi di Carmasciano e le carni locali. Buoni anche i salumi e i primi piatti preparati con gli ottimi pomodorini di collina coltivati in azienda in regime biologico e lavorati a mano seguendo antiche ricette.

_________________________________________

Azienda agrituristica Le Campestre   Castel di Sasso
______________________________________

la famiglia Lombardi

Via Buonomini, 3 Castel di Sasso (Caserta)

Tel.0823. 878277

Non ha bisogno di presentazione questa autentica realtà agrituristica di Castel di Sasso gestita dalla famiglia Lombardi a cui si deve la salvezza dall’oblio del conciato romano, formaggio di antichissima origine. Che qui troverete insieme alle freschissime ricotte, al pane nero cotto a legna, alle zuppe e alle carni rigorosamente locali. Ma ci sono ancora le pere dal gusto unico, i salumi rigorosamente di maiale nero e le zuppe che seguono le stagioni e le tradizioni di questa terra. Non andarci, sarebbe un vero peccato.

________________________

Azienda Agrituristica Masseria dei Trianelli, Ruviano
______________________

Masseria dei Trianelli – foto tratta da www.italiatour360.it

via Forgioni, 3 Ruviano (CE)

Tel. 0823.860091 – 338.8127365

Agriturismo vero gestito da Luciano Di Meo che ha avuto negli anni il merito di preservare produzioni locali importanti quali i salumi del maiale nero casertano e il caso peruto, formaggio a caglio vegetale introvabile altrove. La cucina poggia sulle solide basi della tradizione contadina, quindi oltre ai salumi di nero, troviamo la minestra maritata, le paste fatte in casa, le carni dei maiali neri e delle mucche caialifane allevate in azienda o da fidati produttori della zona. Una full immersion rurale autentica.

_____________________________

Fattoria Terranova, Massa Lubrense
___________________________ 

Fattoria Terranova – immagine tratta da www.fattoriaterranova.it

Via Pontone 10 Massa Lubrense (NA)
Tel 081.5330234

Unica la posizione di questo agriturismo che si affaccia sugli isolotti dei Galli e Vetara. Sei ettari che degradano verso il mare, coltivati a alberi da frutto e ortaggi. Splendido lo spazio esterno dove si mangia col bel tempo. Piatti semplici e gustosi che seguono la stagionalità, preparati con i prodotti del proprio orto. Eccellenti i liquori che possono essere anche acquistati per portare a casa i profumi e i sapori di questo angolo di paradiso.Ancora ricordo un pasticciotto con la marmellata di limoni..
____________________________

Masseria Rivolta, Striano di Napoli
__________________________ 

i cuochi con il prosciutto di capra e il guanciale di maiale

via Rivolta Striano (NA)

tel 081 8654672

Caratteristica casa di campagna situata lungo le sponde del fiume Sarno che è bene ribadirlo scorre limpido fino all’incontro con la Solofrana. Qui tra vecchie carrozze, capre ed asini, circondati da alberi da frutto, troviamo una vera locanda di campagna in cui assaporare piatti ormai desueti e dal sapore antico: trippa, milza ripiena, peperoni imbottiti, pollo ruspante al forno. La frutta qui ha un gusto speciale come pure i pomodori, d’altronde siamo in piena area dop del san marzano.

_______________________________________

Azienda agrituristica Serra del Taburno , Sannio
____________________________________

Serra del Taburno – immagine tratta da /www.serradeltaburno.altervista.org

S.P. Monte Taburno-c/da Serra 3  Tocco Caudio (BN)
Tel 0824 888493

E’ situato nel cuore del parco del Taburno questo autentico agriturismo che coltiva e alleva animali, quindi tutto ciò che viene servito è di produzione propria olio e vino compresi. La cucina è quella tradizionale sannita: Cecatielli al ragù, Tacculilli e fagioli, Tricozzi ai funghi porcini, grigliate di carni miste alla brace e vari dolci di propria produzione. E’ presente uno spaccio aziendale dove acquistare alcuni prodotti aziendali. Indispensabile prenotare prima di recarsi presso la struttura.


21 commenti

  • Mondelli Francesco

    (24 aprile 2014 - 18:48)

    I Fornari.Casa nativa del mio socio e cugino Gianni un chilometro lontano dalla casa dove invece sono nato e vissuto fino all’età di quindici anni e attualmente in ristrutturazione:un pezzo di cuore per chi ,volente o nolente oggi è dovuto rientrare a Roma.FM.

  • romolo leone

    (24 aprile 2014 - 19:03)

    Serra del Taburno è un agriturismo straordinario, in provincia di Caserta imperdibile è le “Le tre pigne” a Ruviano.

  • Raffaele

    (24 aprile 2014 - 22:18)

    Casale Piè d’Eco – Calvanico – Salerno – ambiente tranquillo, si mangia benissimo, tutto di produzione propria, i prezzi sono contenuti, si estende tra castagneti ed olivi secolari per 40 ettari a 470 mt. sul livello del mare e domina una valle incontaminata dalla quale è possibile ascoltare l’eco e raggiungere con lo sguardo il Golfo di Napoli ….
    L’ospitalità è offerta in un antica riserva che gli avi del padrone di casa usavano per riposare durante le battute di caccia al cinghiale ed alla volpe.

    http://www.casalepiedeco.com/

  • Fernando

    (25 aprile 2014 - 07:23)

    Ma le aziende agrituristiche della Campania sono state visitate tutte per poter stilare una classifica? E coloro che fanno del proprio vessillo prodotti acquistati?

  • Marco Contursi

    (25 aprile 2014 - 11:30)

    Fernando non è una classifica ma un elenco personale e senza pretese di esaustivita altrimenti non avrei premesso che sono graditi suggerimenti su altri nomi.Lei ne ha da suggerire?

  • laura ravone

    (25 aprile 2014 - 11:57)

    Da Dino a Morcone si fanno veramente esperienze di gusto, di odori e sapori di altri tempi, all’insegna della genuinità. Si mangiano solo cibi freschi, dei campi e del territorio. Quando gli chiesi se aveva delle verdure surgelate, mi rispose che lui coltiva e usa le verdure di stagione, solo nella loro effettiva stagione. Quindi no, non ne aveva….. Eccezionale.

  • alex

    (26 aprile 2014 - 11:41)

    Continuo a meravigliarmi di te marco..

  • Sanfedista

    (28 aprile 2014 - 11:41)

    Marco è una garanzia.
    Competentissimo ed appassionato gastronomo; organizzatore formidabile di eventi indimenticabili.
    Mi ha fatto conoscere “La Grotta” a Corbara ove ho ritrovato una carne di maiale dall’antico, vero sapore purtroppo da tempo dimenticato.
    Ho stampato l’elenco ed inizierò un devoto pellegrinaggio per sedermi a tavola in tutti gli agriturismi segnalati.
    Le Sue descrizioni mi inducono a ripensare la mia opinione sulla maggior parte dei pessimi pseudo agriturismi che ho avuto la sventura di visitare.

  • valeru

    (29 aprile 2014 - 13:31)

    buongiorno volevo sapere se queste visite negli agriturismi da lei elencati sono antecedenti al 1 marzo perche le recensioni relative a quello che mi interessava visitare sono a dir poco pessime sul cibo. Per correttezza non ne faccio il nome.

  • Angela

    (29 aprile 2014 - 13:49)

    Su questo Blog , ho sempre trovato degli ottimi consigli.Visiterò ad uno ad uno questi posti.Anche se conosco già l’agriturismo Serafina a Furore, vale davvero la pena andarci , credetemi. Posso segnalare Bacco e Bivacco, country house che sorge ai piedi del Parco Regionale del Matese,dove l’ospitalità, la genuinità dei prodotti, il rispetto delle tradizioni e i piatti tipici locali, sono il punto di forza.

  • Marco Contursi

    (29 aprile 2014 - 17:27)

    La Nuova Peschiera ha cambiato gestione e sembra in peggio ergo il giudizio viene sospeso,anzi vedrò di sostituirlo con un altro.

  • valeru

    (1 maggio 2014 - 20:55)

    ha capito al volo il mio pensiero.E le posso dire con sincerita’ che e’ un peccato perche’ la struttura merita. grazie.

  • Sanfedista

    (3 maggio 2014 - 11:11)

    Agriturismo dove, invece, siamo stati fregati: il Casolare di Tobia a Baia.
    Arredamento casual raccattato da qualche saponaro.
    Servizio lentissimo.
    Menù fisso senza alcuna possibilità di scelta.
    Una serie di antipastini di cui si salvano una buona zuppetta di cozze (4 a panza) un pò troppo pepata ed il tortino primavera: frittatina di uovo; zucchine; piselli e parmigiano.
    Immangiabili affettati: pancetta e salame di scadente produzione industriale.
    Inutile pasta e fagioli scipita.
    Scarpariello pepatissimo.
    Stinco di pseudo maiale. Del porco aveva soltanto la forma; sapore analogo a tutti gli animali di allevamento indistinguibili l’uno dall’altro. Se non fosse per la denominazione non potresti mai sapere se mangi coniglio o pollo; tacchino o maiale etc.
    Per riassaporare la carne andrò al Macello ieri qui recensito
    Vino pseudo aglianico beneventano imbottigliato a Bacoli! 11 gradi e 1/2.
    37 euri a panza. Dalla Nonna avrei mangiato, benissimo, 4 volte.
    P. S. Buono il pane m

    • marco Contursi

      (3 maggio 2014 - 13:13)

      Caro Sanfedista, almeno 10 anni fa, mangiai al Casolare una pancetta buonissima…..tutto cambia in peggio!!!

  • Sanfedista

    (3 giugno 2014 - 12:25)

    Quando è uscito il pezzo di Marco ho commentato, tra l’altro: “Marco è una garanzia”.
    Ieri ne ho avuto conferma.
    Pranzo organizzato alla perfezione presso “Mastro Francesco”; località bellissima; temperatura ideale e Marco, instancabile.
    Ottimo pranzo con alcune eccellenze: affettati 9; zuppetta di purea di fave fresche con cicoria selvatica avvolta in un’ostia di capicollo croccante; pecorino 9 (l’ho bissata); carpaccio di zucchini con capperi, limone e prezzemolo 9 (bissati anche ‘e cucuzzielli) ; maialino nero casertano cotto sulla brace 9 (l’ho trissato).
    Il resto tutto ad alto livello.
    Unico neo: appena la sufficienza raccolta dal ragù ma ‘ncoppo ‘ o rraù sono viziato, abituato a quello della Nonna ritengo sia impossibile accontentarmi di altri.
    Abbiamo ordinato a Dino un pranzo a base di oca, la regina del cortile; resto in fremente attesa della data che fisserà.

  • luigi

    (14 agosto 2014 - 02:26)

    Scusa ma gradirei essere ragguagliato su quali di queste attivita é conforme alla nuova normativa reg.camp.
    Quindi con una produzione propria del 50% chiaramente autorizate asl non frutto della fantasie di ciarlatani.

  • Grifone

    (21 agosto 2014 - 17:42)

    Oggi ho letto questo articolo e lo ritengo molto interessante oltre agli interventi precedenti che ho ripreso.
    Vorrei indicare un contributo sul cilento tratto dalla video guida di Paestum che abbiamo realizzato, in tutte le lingue e LIS, unica in Italia.

    http://youtu.be/2jyiqGxxxwY

    http://youtu.be/mccDU_wFQ-8

    http://youtu.be/z6HjDwQDg_w

    Grazie

  • Massimo

    (14 maggio 2016 - 12:15)

    Sempre illuminanti le segnalazioni. A mio avviso merita una citazione anche la Fattoria Alvaneta di Padula . Bel contesto e buona cucina con pressi assolutamente onesti. In posizione dominante la Certosa di Padula ( spettacolare il panorama del Vallo di Diano) incoraggia a raggiungere peraltro agevolmente il caseificio Di Palma che produce caciocavalli e provola affumicata ( con metodi tradizionali) da autentico sballo !!!!!

  • Massimo

    (14 maggio 2016 - 12:41)

    Pressi …ovviamente sta per prezzi ! Colgo l’occasione del refuso citato per evidenziare la bontà’ della citazione sull’Agriturismo Fontana Madonna di Frigento . Sono loro cliente praticamente da sempre e posso quindi affermare con serenità che è’ un locale questo dove davvero difficilmente si può rimanere delusi. Antonello e Imma vi stupiranno per la grande passione che profondono nella loro attività .

  • ellesse

    (14 maggio 2016 - 15:39)

    Il plurale di agriturismo inteso come edificio o struttura è agriturismi.
    http://www.accademiadellacrusca.it/en/italian-language/language-consulting/questions-answers/plurale-agriturismo

  • Francesco De Luca

    (16 maggio 2016 - 10:50)

    L’Agriturismo Carpineto, a Pietrastorino (Av) molto deludente…

I commenti sono chiusi.