Terzigno . Haccademia la pizzeria dove Aniello Falanga racconta Un Pezzo di Storia

Letture: 1333
Haccademia Aniello Falanga con la Pizza Un Pezzo di Storia

Via Panoramica 8
Tel. 333.1163095
www.haccademia.org
Aperto sempre
Chiuso mai
Pizza da 3 a 10 euro

di Tommaso Esposito

Siamo proprio sulla strada che conduce alla sommità del Vesuvio.
Qui Aniello Falanga, dopo aver condotto per anni la bottega di gastronomia familiare a Pompei, ha trasformato un opificio in un locale lounge con un bello spazio fronte strada, luminoso dedicato agli aperitivi al bistrot e alla pizzeria.
Poi c’è una sala più interna dall’arredo classico e accogliente, dove è possibile stare più riservati e godersi la calda accoglienza della padrona di casa.
Tra aperitivi e qualche piatto di tradizione vesuviana, trionfa però la pizza.
Aniello Falanga è oggi maestro di una delle tante accademie che diffondono il verbo della pizza napoletana nel mondo
Si cimenta con i suoi blend di farine, la lunga lievitazione, la cottura in un forno bello ampio, reso ardente dal buon legno di faggio e sorvegliato avista dal giovane Nicola che si cimenta pure al bancone.

Haccademia il forno

 

Si comincia con i fritti. Crocchè, arancini e polpette di melanzane.

Haccademia Aniello Falanga con i fritti
Haccademia i fritti

Sorprendono i bocconcini di montanara l’una con la fresca salsa di pomodorino del piennolo e l’altra con la ricotta di Tramonti e il Pistacchio di Bronte.

Haccademia Aniello Falanga con le montanare
Haccademia Aniello Falanga la montanara con il piennolo
Haccademia Aniello Falanga con la ricotta di Tramonti
Haccademia Aniello Falanga la montanara con ricotta di Tramonti e pistacchio

La Margherita con bufala di bello non ha soltanto l’aspetto ma anche il sapore con quel cornicone ampio e rilevato tutto aerato e soffice.

Haccademia Nicola falanga a destra
Haccademia Aniello Falanga la Margherita con bufala

I giovani vanno sul pesante e preferiscono Luna Caprese giacché si tratta di una sorta di panuozzo ripieno di fiordilatte e prosciutto crudo.

Haccademia Luna caprese a bocca di forno
Haccademia Aniello Falanga luna caprese
Haccademia luna caprese

Un pezzo di storia è la pizza del cuore.

Haccademia Aniello Falanga Un pezzo di storia
Haccademia Aniello Falanga il cornicione alveolato

È proprio golosa fatta com’è con mozzarella e provola di bufala, Provolone del Monaco, pomodorino del piennolo e olio evo cilentano. È detta così perché ha fatto vincere ad Aniello il suo primo campionato, ma soprattutto perché rappresenta il territorio campano con i migliori prodotti Dop.
C’è una carta con birre e pure con vino vesuviano.
Per i dolci ci si affida al padrone di casa che è pure un bravo pasticcere.

Haccademia Aniello Falanga il cannolo scomposto
Haccademia Aniello Falanga il cannolo scomposto

Basta assaggiare il suo cannolo scomposto di ricotta, la stessa speciale di Tramonti, per capire quanto buon gusto e ricerca ci sia: bassa quota zuccherina e golosità finale che ti porti appresso e ti fa venire la voglia di riornare spesso quassù.