Napoli 3 dicembre. Hotel Romeo Il Comandante. Stelle e Pizza per il nuovo look

Letture: 273
Hotel Romeo Ristorante Il Comandante
Hotel Romeo Ristorante Il Comandante

Un parterre de roi di chef stellati, e non solo, celebreranno il prossimo giovedì 3 dicembre la nuova immagine del ristorante all’ottavo piano del 5 stelle lusso di via C. Colombo che rinnova il design del logo per suggellare, con un nuovo stilema, il percorso fatto da chef ristorante in questi anni e quello che lo attende per i prossimi.

Elemento centrale della nuova “firma” de Il Comandante è un segno grafico leggero, e volutamente semplice, che tratteggia una semplice imbarcazione: simbolo del richiamo al mare che si apre davanti alle finestre de Il Comandante e omaggio ad Achille Lauro che ebbe il suo quartier generale negli stessi spazi del ristorante all’ultimo piano del Romeo Hotel

Il “regno” e la cucina di Salvatore Bianco accoglieranno, per l’occasione, i migliori stellati del territorio da Pasquale Palamaro dell’Indaco di Lacco Ameno (Ischia) a Giuseppe Stanzione de Le Trabe di Capaccio (Paestum) passando per Crescenzo Scotti de Il Cappero di Vulcano (Eolie), Giuseppe Iannotti del Krèsios di Telese Terme, Vincenzo Guarino de L’Accanto di Seiano di Vico Equense e Rosanna Marziale de Le Colonne di Caserta e, non ultimi, pizzaioli del calibro dei fratelli Salvo di San Giorgio a Cremano e di Gianfranco Iervolino di Palazzo Vialdo a Torre del Greco.

Fil rouge dell’evento sarà quello dei corsi e ricorsi storici all’interno dell’alta cucina: insegnamenti, tradizioni, omaggi ai maestri e ai grandi della gastronomia che prendono nuova vita grazie al contributo dei loro successori.

Hotel Romeo Ristorante Il Comandante
Hotel Romeo Ristorante Il Comandante

Gli ospiti saranno quindi allietati dagli scampi abbrustoliti al cetriolo aloe e cioccolato bianco di Salvatore Bianco, passando dalla pizza al contrario della Marziale, il mezzo pacchero di grano duro con broccoli e schiuma di provola affumicata di Stanzione, il risotto mantecato con pomodorino giallo triglia al burro di cacao e stracciatella di bufala di Guarino, il tataki di ricciola zucca al Martini dry e zenzero di Palamaro, maialino da latte con cottura laccato alla birra Sesonella, la crema di patate e gnocchi liquidi di funghi porcini di Scotti e l’omaggio al Kentucky di Benevento di Iannotti

Case vinicole partner dell’evento Berlucchi, Caccia al Piano, Luigi Maffini, Jermann, Cantina del Taburno e Ferrari.