Paestum, caseificio Barlotti

Letture: 61

Via Torre di Mare

Tel. 0828.811146

Fax 0828.721047


Vendita al pubblico
Presso l’azienda a Torre di Mare, a Capaccio Scalo, a Santa Cecilia di Eboli, ad Agropoli e a Genova. I punti vendita in genere sono aperti dalle 8.30 alle 20.30.

Allevamento proprio: 250 bufale

I prodotti: mozzarella e treccia in varie pezzature, ricotta, formaggio stagionato e fresco di bufala. Solo presso il caseificio è possibile, in alcuni periodi dell’anno, acquistare caciocavallo e scamorza di latte vaccino.

Enzo Barlotti, alla guida dell’azienda assieme al padre Nando, ha ereditato la passione che fu prima del bisnonno Vincenzo, poi del nonno Raffaele. Da quattro generazioni la famiglia Barlotti alleva bufale a pochi metri dalla cinta muraria di Paestum. Era il 1924 quando Vincenzo acquistò ed iniziò ad allevare le prime bufale. Fu invece Raffaele ad avviare la trasformazione del latte in mozzarella, passione ereditata dai figli che nel 1991 inaugurarono l’azienda che oggi sorge a metà strada tra i templi in cui i greci veneravano i loro dei e l’azzurro mare di Paestum.


Oltre che dall’allevamento di famiglia, il latte lavorato in via Torre di Mare proviene da altri due allevamenti della zona. Gli animali seguono un preciso disciplinare alimentare: paglia, fieno e solo prodotti dell’azienda. L’80 per cento della lavorazione della mozzarella è a mano. A Paestum fornisce alcuni dei più importanti hotel. Per cinque anni di seguito la mozzarella di questa azienda pestana ha ottenuto importanti riconoscimenti nel corso delle degustazioni a punteggio organizzate da Slow Food e al Salone del Gusto di Torino. Ogni anno sono migliaia le visite al caseificio e all’allevamento (possibili su prenotazioni e gratuite). Sono numerosi i turisti, soprattutto stranieri, che desiderano conoscere i segreti della mozzarella e le curiosità sulla vita delle bufale.

Come arrivare
Uscire a Battipaglia dall’autostrada Salerno-Reggio Calabria e prendere la strada statale 18 per Paestum. Dalla ss 18 uscire a Paestum scavi, svoltare a sinistra, superare il passaggio a livello e svoltare ancora sinistra. Seguire la strada fino al semaforo e proseguire dritto: al secondo bivio svoltare a sinistra, poche centinaia di metri dopo, sempre sulla sinistra, troverete l’ingresso del caseificio
.