Paestum, degustazione coperta di Greco di Tufo

Letture: 195

Primi Feudi e Cantina dei Monaci
di Diodato Buonora*

L’Amira (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti e Alberghi) sezione Paestum, organizza periodicamente delle degustazioni vinicole alla “cieca”, vale a dire i degustatori non sono informati dei vini che assaggiano.
Il tema dell’ultima degustazione è stato: Greco di Tufo 2003 Docg. Questo vino, che dalla vendemmia 2003 ha ottenuto la D.O.C.G. (Denominazione d’Origini Controllata e Garantita), è prodotto con le uve di uno dei vitigni più antichi d’Italia, il Greco, che nelle zone di Tufo, in provincia di Avellino, ha trovato il suo habitat ideale. Alla composizione del vino, oltre al vitigno Greco, possono concorrere le uve del vitigno Coda di Volpe fino ad un massimo del 15%. L’area di produzione comprende i seguenti comuni: Tufo, Altavilla Irpina, Cianche, Montefusco, Prata di Principato Ultra, Petruro Irpino, Santa Paolina e Torrioni. La gradazione alcolica minima, secondo il disciplinare di produzione, deve essere di gradi 11,5.
18 i vini che sono passati sotto l’esame attento di 11 degustatori AMIRA. (Aiello, Buonora, Calabrese, Cavallaro, Daniele, Lembo B., Napoleone, Rotondi, Saturno D., Taurone e Vicinanza).

I campioni degustati il 15 e il 16 dicembre nei saloni del Hotel Esplanade di Paestum, hanno dato il seguente risultato. Naturalmente, è possibile per numerosi motivi, che un altro campione della stessa azienda e della stessa annata possa dare un giudizio diverso.
Ad ogni vino sono menzionate le valutazioni delle guide del Gambero Rosso (GR) e dell’AIS. Questo per notare le differenze tra diversi metodi di valutazione, anche se, tra le guide e l’Amira Paestum, i vini sono stati valutati con circa 6 mesi di differenza.

1° vino classificato ex aequo: Greco di Tufo 2003 Docg, Feudi di San Gregorio, Sorbo Serpico (AV). Il primo posto per un vino dei “Feudi”, non è una novità. È il caso di dire, che anche se alla cieca, i vini di questa azienda hanno un segno di riconoscimento ben preciso: il caratteristico profumo di banana che si percepisce in tutti i vini bianchi di questa cantina. In degustazione, quasi tutti gli amirini, annusando questo vino, hanno esclamato: FEUDI! Anche se qualcuno dei lettori non è d’accordo, questo Greco aveva una marcia in più degli altri. Eccellente all’esame visivo, “ottimo-buono” all’olfattivo e “ottimo” al gustativo, dove l’equilibrio e la morbidezza del vino non avevano eguali. Possiamo dire: Feudi non tradisce anche se avete gli occhi bendati. Valutazioni guide: GR (2 bicchieri) – AIS (3 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 10,00. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 81/100, ottimo.

1° vino classificato ex aequo: Greco di Tufo 2003 Docg, Cantina dei Monaci, Santa Paolina (AV). Questa cantina, invece, è una novità per le degustazioni Amira. L’azienda è giovane, è nata nel 1995, ed è condotta dai coniugi Angelo Carpenito e Maria Coppola, che di fatto non hanno niente a vedere con i…monaci. Il vino degustato, per tipicità, forse è più greco del precedente. Si sono percepiti profumi meno marcati, ma, ugualmente piacevoli di frutta esotica. Un vino e un’azienda che vanno rispettati. Valutazioni guide: GR (1 bicchiere) – AIS (non presente!). Prezzo indicativo in enoteca: € 10,00. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 81/100, ottimo.

3° vino classificato: Devon 2003, Greco di Tufo Docg, Antonio Caggiano, Taurasi (AV). L’azienda di Antonio Caggiano, che si è sempre distinta per i rossi, produce anche degli ottimi bianchi. Un esempio è questo Devon che ha convinto per la grande morbidezza e la buona piacevolezza. Alla vista e al gusto ha avuto gli stessi punteggi dei vini precedenti. Ha perso qualcosina al naso. Forse, per essere degustato, necessitava di un po’ di tempo in più. Comunque, un Signor Greco. Valutazioni guide: GR (2 bicchieri) – AIS (4 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 18,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 79/100, buono.

4° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, Macchialupa, San Pietro Irpino – Cianche (AV). Altra giovane azienda, esiste unicamente dal 2001. I titolari sono Giuseppe Ferrara e Angelo Antonio Valentino. Quest’ultimo è anche l’enologo della cantina. Il vino degustato è risultato ottimo alla vista e ottimo/buono sia al naso che al gusto. Sentori percepiti sono quelli della mandorla fresca sbucciata. Azienda da seguire con attenzione. Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (3 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 8,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 78/100, buono.

5° vino classificato ex aequo: Greco di Tufo 2003 Docg, Antica Hirpinia, Taurasi (AV). Questa cantina è una società cooperativa di circa 170 soci. La produzione totale è di circa 700.000 bottiglie. Nelle degustazioni Amira ha già ben figurato in precedenti occasioni. Le grandi guide non la conoscono. I vini prodotti, non solo questo greco, meritano un po’ di considerazione in più. Forse, in questa cantina, non hanno santi in paradiso. Giudizio: eccellente al visivo, ottimo/buono al naso e al gusto. Sentori percepiti: frutta gialla come mela e pesca (percoca). Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 8,00. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 76/100, buono.

5° vino classificato ex aequo: Villa Giulia 2003, Greco di Tufo Docg, Struzziero, Venticano (AV). Altro greco, stesso punteggio, stessa storia. I “Signori” delle guide non conoscono la Struzziero, che, esiste dal 1920. Il vino, molto simile al precedente, è piaciuto per i profumi piacevoli che ricordavano la frutta esotica e per la facile “beva”. Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 9,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 76/100, buono.

5° vino classificato ex aequo: Greco di Tufo 2003 Docg, Villa Raiano, Serino (AV). Un’azienda in costante crescita, sicuramente grazie alla mano di Luigi Moio, uno dei più bravi wine-maker del meridione. Il vino è risultato eccellente alla vista, buono/ottimo all’olfatto e ottimo/buono al gusto. Comunque un buon greco che, a giudizio Amira, ha raggiunto un ottimo stato evolutivo. Valutazioni guide: GR (2 bicchieri rossi) – AIS (3 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 12,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 76/100, buono.

8° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, Colle San Domenico, Chiusano di San Domenico (AV). Azienda nuova per i maîtres. La Colle di San Domenico esiste dal 1998, produce circa 200.000 bottiglie di vino in circa 10 tipologie. Questo vino, come si vede dal risultato, è stato giudicato inferiore ai precedenti. Sembra che sia già in fase “calante”. Comunque il giudizio è stato come per tutti “eccellente” all’esame visivo. Ottimo/buono all’olfattivo, dove si percepivano sentori che ricordavano la crosta di pane e il fieno. Solo “buono” al gusto dove non dava molta piacevolezza. Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 8,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 72/100, buono.

9° vino classificato: Terre d’Irpinia 2003, Greco di Tufo Docg, ? (AV) Questo vino è stato inserito per prova. Acquistato in un supermercato, sull’etichetta diceva imbottigliato in Taurasi per conto di Falorni 1925 srl, Barberino Val d’Elsa (FI), da R.I. 173 AV. Si pensava a un prodotto molto scadente, invece il vino valeva i soldi che era costato. Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 6,17. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 68/100, buono.

10° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, Aminea, Montemarano (AV). Senza infamia e senza lode: un piccolo greco. Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 8,00. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 66/100, buono.

A seguire (non mancano le sorprese!):

11° vino classificato: Acheo 2003, Greco di Tufo Docg, Vini Nobilis, San Michele Pratola Serra (AV). Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (4 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 22,00. Gradazione alcolica 14%. Punteggio finale 62/100, buono.

12° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, Caputo, Teverola (CE). Valutazioni guide: GR (2 bicchieri) – AIS (3 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 10,00. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 59/100, sufficiente.

13° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, Cantina di Tufo, Tufo (AV). Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 9,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 58/100, sufficiente.

14° vino classificato ex aequo: Nova Serra 2003, Greco di Tufo Docg, Mastroberardino, Atripalda (AV). Valutazioni guide: GR (2 bicchieri) – AIS (3 grappoli). Prezzo indicativo in enoteca: € 11,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 57/100, sufficiente.

14° vino classificato ex aequo: Greco di Tufo 2003 Docg, di Marzo, Tufo (AV). Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 9,00. Gradazione alcolica 13%. Punteggio finale 57/100, sufficiente.

14° vino classificato ex aequo: Borgo San Michele 2003, Greco di Tufo Docg, C.P.T., Montefusco (AV). Valutazioni guide: GR (non presente) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 8,00. Gradazione alcolica 12%. Punteggio finale 57/100, sufficiente.

17° vino classificato: Greco di Tufo 2003 Docg, D’Antiche Terre, Manocalzati (AV). Valutazioni guide: GR (2 bicchieri rossi) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 9,50. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 56/100, sufficiente.

18° vino classificato: Grotte 2003, Greco di Tufo Docg, Colli di Castelfranci, Castelfranci (AV). Valutazioni guide: GR (2 bicchieri) – AIS (non presente). Prezzo indicativo in enoteca: € 9,50. Gradazione alcolica 12,5%. Punteggio finale 51/100, sufficiente.

Qualcuno ci ha scritto per dirci che il risultato delle nostre degustazioni è quasi all’incontrario delle guide. Come potete notare dalle note, anche le guide spesso non sono d’accordo tra di loro. Qualcuno premia un vino, altre lo snobbano. Noi, andiamo per la nostra strada. Se un vino ci piace lo valutiamo bene, altrimenti lo valutiamo sufficiente. Non ci sentiamo grandi degustatori, ma siamo molto vicini alla gente comune, a quelli che acquistano il vino.

 
*Fiduciario Amira Paestum
Responsabile degustazione
Per informazioni: amirapaestum@tiscalinet.it. www.amirapaestum.it