Pagani (Sa), Pastificio La Fazenda

Letture: 77

Piazza Sant’Alfonso, 29
Tel. e fax 081 5151103
Aperto dal martedì al venerdì dalle 08 alle 21
Il sabato dalle 08 alle 14 e dalle 16,30 alle 22
La domenica dalle 7,30 alle 14 Chiuso il lunedì.

di Salvatore De Napoli

Fondato nel 1990, il pastificio La Fazenda di Luigi Palmieri è una piccola azienda a carattere familiare che con la sua produzione di qualità vede espandersi sempre più il suo mercato con forniture in ristoranti anche del centro nord Italia. Molto apprezzate sia la pasta fresca che quella secca, per la maggior parte trafilate in bronzo, con la semola che viene dal tavoliere delle Puglie. Il prodotto viene pastorizzato per garantire la massima igiene, la lunga conservazione, senza modificare le proprietà organolettiche, ed è stato anche testato da prove di stress dall’Università federiciana di Napoli, con ottimi risultati.

Oltre una quarantina i formati tra la pasta fresca e secca prodotti. In particolare, per quella fresca, sia semplice che ripiena, si utilizza la ricotta di bufala, misto bufala, pecora e altri formaggi. Ottimi i ripieni di varia forma con crema di carciofi e caciocavallo o con provola e rucola, oppure con provola, pomodorino, melanzana e salsiccia (da farsi anche fritto, diventando come dei rustici), per non contare quelli con: ricotta di pecora e radicchio; solo ricotta di bufala campana integrale; ricotta e prosciutto; ricotta e spinaci; ortolana (melanzane, peperoni e zucchine); ricotta e limone; sfoglia agli spinaci e ripieno di pezzettini di provola, melanzane, pomodoro e basilico fresco; primavera (provola, pomodoro e basilico) e altri.

Tra i formati di pasta secca, a riscuotere grande successo sono le tagliatelle e specialmente i tagliolini fatti a mano e asciugati naturalmente, di quelli utilizzati conditi con il ragù nel pranzo nella sentita e folcloristica festa in onore della Madonna delle Galline (la domenica successiva a quella di Pasqua), quando tutto il paese si ferma in un tripudio di suoni di tammorre, nella nebbia dei carciofi arrostiti sulle brace ad ogni angolo della città. Molto apprezzati anche i paccheri, i mezzi paccheri, la calamarata, le candele e gli spaghettoni (più doppio e molto lungo di quello usualmente in commercio). Il pastificio produce anche il fusillo come quello rinomato prodotto a Sant’Egidio del Monte Albino, paese confinante.