Palermo, Pasticceria Cappello: il tempio del cioccolato e del pistacchio

Letture: 1099
Il maestro pasticciere Salvatore Cappello


di Virginia Di Falco

Appena arrivata a Palermo ho puntato dritta su via Colonna Rotta. Una sola meta per un solo obiettivo: la torta “Setteveli” di Salvatore Cappello. Cioccolato, cioccolato e ancora cioccolato, sette strati per sette tipi diversi. Peccato di gola all’ennesima potenza.

La “Setteveli” di Salvatore Cappello

La pasticceria sta qui da mezzo secolo, una latteria diventata poi gelateria artigianale negli anni Sessanta e un giovane ragazzo che il destino di una scuola scelta più per necessità che per passione voleva elettricista. E meno male e per fortuna di tutti i golosi del pianeta che Salvatore si è dedicato a cioccolato, ricotta e pistacchi, specializzandosi in diversi corsi in Italia e all’estero. Pur mantenendo sempre viva la cura e l’attenzione per i prodotti locali di qualità e le ricette tradizionali della pasticceria siciliana.

 

Pasticceria Cappello, uno scorcio del banco dolci

Oggi la sua è una attività affermata, alla quale ha avviato anche il figlio Giovanni e la sua infaticabile signora che si divide tra i due punti vendita.
Ottime le cassate e i cannoli, le granite, le genovesi. A me è molto piaciuto a colazione il muffin farcito con la crema di pistacchio. In effetti il pistacchio, di ottima qualità, da Salvatore di ritrova in molte preparazioni come ad esempio la mousse di cioccolato con cremoso di pistacchi di Bronte, genouise al cacao e pistacchi pralinati interi.

 

Pasticceria Cappello, il muffin al pistacchio
Pasticceria Cappello, trionfo di pistacchi di Bronte

 

Pasticceria Cappello, indimenticabile colazione!

In vetrina tutte le declinazioni classiche della pasta di mandorle, un trionfo di frutta fresca, gelati cremosissimi. Da non perdere la granita di mandore, insieme a quella di gelsi neri.

 

Pasticceria Cappello, la granita di mandorle e gelsi neri

Due estati fa l’apertura della nuova sede, con caffetteria e tea room, moderna, essenziale ed elegante. Servizio professionale con un’accoglienza calorosa e familiare. Insomma, se siete a Palermo una tappa obbligata: questo è davvero il tempio del cioccolato e del pistacchio. Venite e pregate con noi.


 

L’ingresso della sede storica in via Colonna Rotta

 

Pasticceria Cappello
– Via Colonna Rotta, 68 (sede storica)
Tel. e fax 091 489601

– Via Nicolò Garzilli, 10
Tel. 091 6113769
www.pasticceriacappello.it
info@pasticceriacappello.it
salvatore.cappello@pasticceriacappello.it

4 commenti

  • Rita

    (27 settembre 2011 - 16:41)

    Mmmm…. e pensare che io mi sono fermata solo a Sapri per il famoso gelato “Setteveli” di Crivella che credo sia una rivisitazione proprio della famosa torta siciliana!!!
    Urge un volo diretto per Palermo, :-)

  • marella

    (27 settembre 2011 - 17:22)

    La brava Virginia Di Falco ha appreso l’arte di annaccarsi che invidia!

  • Lory

    (27 settembre 2011 - 17:26)

    e delle loro meravigliose brioches con la granita non ne parlate?

  • monica

    (27 settembre 2011 - 18:03)

    mammaaaa i muffin al pistacchio!!! da proporre Starbucks ;)

I commenti sono chiusi.