Guida ai ristoranti e le trattorie dentro e fuori le guide
5

Palma Campania, Ristorante Era Ora di Pietro Parisi

5 luglio 2012

Pietro Parisi con Magda Boccia e Rachelina Parisi


 di Marina Alaimo

Il ristorante Era Ora non conosce crisi. Anzi, vive un continuo crescendo di idee e proposte che il pubblico accoglie con ampio gradimento. Pietro Parisi è un giovane chef molto motivato e legato alle proprie origini vesuviane. In un arco di tempo piuttosto breve ha saputo rivoluzionare la vecchia pizzeria di famiglia, a piccoli passi, introducendo gradualmente delle novità per testare la risposta del pubblico. Ma la forte ambizione ad un certo punto è esplosa dietro la spinta di una sana capacità  di osare. Così ha cambiato sede, pur restando a Palma Campania, ma mettendo su un ristorante di stile contemporaneo, molto curato, con servizio attento.

Nonostante i tanti cambiamenti, il pizzaiolo Antonio La Marca è rimasto un punto fermo, ma l’offerta del menù si è allargata ai piatti gourmet di forte impronta territoriale, intervallati qua e la dalle vecchie proposte in stile trattoria per non perdere i vecchi clienti. E la formula scelta da Pietro, a dispetto dei consigli dei sapientoni della ristorazione,  ha funzionato alla grande. Fatto sta che entrando nel ristorante domenica scorsa, malgrado la minaccia asfissiante del torrido Caronte e sebbene la massa si orienti verso le coste durante l’estate, qui, nell’entroterra vesuviano, il ristorante ad ora di pranzo era strapieno.

I prodotti

Ci sono altri due fattori che fanno da colonne portanti a questo locale, l’unione familiare che fa lavorare tutti compatti nella stessa direzione, ed i prezzi contenuti che invogliano il pubblico a raggiungere l’Era Ora da ogni parte della Campania. Il menù a km. 0 propone un antipasto, un primo ed un secondo a 20 €. Tanti i prodotti del proprio orto e la forte identità contadina di Palma Campania è ben presente nel menù.

La sala

Non manca mai quindi il quinto quarto ed è delicatissima la lingua di vitellone con erba pucchiacchella, cipolla rossa, pomodoro confit e salsa alle erbe.

Lingua di vitellone con erba pucchiacchella cipolla rossa pomodoro confit e salsa alle erbe

 

I pani serviti caldi

Il tradizionale cibo da strada ‘o per’ ‘e ‘o muss’ (zampetto e muso del maiale lessi) sono in insalata con polpo lesso e fagiolini.

Insalatina di polpo, per' e o' muss' e fagiolini

La gustosissima albicocca vesuviana è in insalata con i gamberi con scaglie di primo sale.

insalata di gamberi e albicocche del Vesuvio

Tra i primi  della tradizione contadina le immancabili candele spezzate con la polpetta in ragù, un must imbattibile. Le mezze maniche rigate, che tanto piacciono ai napoletani, sono condite con ragù di scoglio e limone candito, anche queste retaggio di tanti ricordi legati alle tavolate in famiglia.

Candele spezzate con polpetta della tradizione

Mezze maniche con ragù di scoglio e limone candito

Per secondo ritroviamo con piacere la carne di pollo, ormai assente nei menù dei ristoranti, è una coscia rosolata ai ferri con chuthey di albicocche vesuviane e noci di Sorrento.

Coscia di pollo albicocche del Vesuvio e noci

Ricotta di bufala

 

Parmigiana di melanzane in barattolo. un cult di Era Ora

Poi ancora un bel filetto di dentice alla griglia con maionese di arance. Torna a farsi apprezzare l’albicocca del Vesuvio in pasta frolla con il suo nettare. Ed in chiusura ci godiamo un dolce della tradizione napoletana, il babà con bucce di arance candite.

Dentice alla griglia con maionese di arance

Albicocche del Vesuvio cotte e mangiate

 

Amarene sciroppate

 

Piccola pasticceria

 

Frolla di albicocche del Vesuvio con il loro nettare

 

Babà con arance candite

Tra le tante novità, proprio di recente la famiglia Parisi ha dato il via al Market Gourmet Shop, un take away di territorio che propone verdure appena scottate in sottovuoto da condire poi a casa come si vuole. Ma anche carni, sughi in barattolo, conserve.

La linea gourmet shop

Le conserve

Ed i prezzi sono davvero invitanti. www.marketgourmetshop.it
Il ristorante Era Ora è in via Trieste 147 Palma Campania. Tel. 3398587591

5 Commenti a “Palma Campania, Ristorante Era Ora di Pietro Parisi”

  1. mimmo scrive:

    BRAVO PIETRO, TUTTI I SACRIFICI PROMA O POI VENGONO FUORI. SEI UN RAGAZZO SEMPLICE COSTRUITO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE CON LE TUE FORZE,
    MERITI IL SUCCESSO CHE STAI AVENDO. CONTINUA COSI’. TIENI SEMPRE FORTE IL LEGAME DELLA FAMIGLIA. QUELLO TI PORTERA’ SEMPRE PIU’ SODDISFAZIONI. CIAO DALL’AMICO MIMMO STUZZICHINO PROSIT…..

  2. Pietro scrive:

    Grazie, purtropo o avuto una botta di caldo o avevo mangiato qualcosa non buona, Sicuro passo a trovarti perché i commenti sono stati entusiasti.

  3. Pietro scrive:

    Grazie mille mi Fa piacere vedere un tuo commento , non ti procupare rimango sempre un contadino in versione cuoco , ti lascio un abbraccio a tr e famiglia ..

  4. Pippo scrive:

    Bella location, ottime materie prime
    Che dire conosco la famiglia Parisi da anni con Antonio, ed anche se manco da un po’ quando sono in zona sono sempre tentato ad entrare……….continuate cosi’ che il buono ed il bello a lungo andare verra’ sempre apprezzato e mai dimenticato
    Un abbraccio Pietro

  5. Sandro Romano scrive:

    Frequento per passione e per mestiere ristoranti di tutti i generi e di ogni livello, compresi gli stellati, ma devo dire che Era Ora è uno dei luoghi che più mi ha colpito. Pietro Parisi è uno chef di grande creatività, senza eccessi, legato al territorio e alle grandi materie prime che gli dona, conosce e padroneggia tutte le tecniche e i suoi piatti trasmettono sempre quel gusto che solo l’ingrediente “passione” riesce a dare. E che dire della meravigliosa “parmigiana di melanzane in barattolo”, un concentrato di sapori che, se vi recate a Era Ora, bisogna assolutamente non perdere.