Passito Barbera 2008 Beneventano igt

Letture: 46

RUGGIERI
Uva: barbera del Sannio
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

La sorpresa delle ultime feste pasquali. Proprio come una sorpresa è spuntata davanti questa colorita bottiglia prodotta da una delle diverse piccole realtà aziendali che animano lo scenario enologico castelvenerese. E’ questo il secondo esperimento che si registra di vinificazione dolce del vitigno più caratterizzante l’areale castelvenerese. E come l’esordio del passito di Colle Palladino ci aveva lasciato a bocca aperta anche in questo caso, già avendo intuito di quelle che sono le potenzialità del vitigno per questa versione, il risultato è stato lo stesso.
Anche perché si troviamo di fronte ad un calice che trasmette altri tipi di impressioni, visto anche la strada diversa riservata alle uve. In questo caso, infatti, i grappoli vengono lasciati sulle viti e raccolti tardissimo (nella vendemmia 2007 il 22-23 novembre). Un percorso che si può seguire soltanto nella annate particolarmente sane ed asciutte (le condizioni della vendemmia 2008 non hanno permesso questo percorso). Il calice colpisce da subito, fin dalla vista, con una i riflessi violacei tipici del vitigno che danno maggior vivacità ad una concentrazione impenetrabile. E nello scendere nel bicchiere si coglie da subito anche la densità. Un nettare polposo. Il naso con immediatezza evidenzia che non ci troveremo di fronte a un vino mieloso e stucchevolmente dolce.
Emergono belle note di rosa che si affiancano ai frutti rossi del sottobosco tipici del vitigno. La surmaturazione delle uve dona al ventaglio olfattivo un impatto più immediato ed una persistenza piacevolissima. Ma il bello è ancora da venire. Il palato mostra ancora più marcatamente le piacevolezze di questo vino, con il dolce che si coglie pieno al primo impatto e che man mano lascia spazio a belle noti di freschezza che non stancano la beva.
Un gran finale di pasto, da abbinare a dolci secchi e formaggi stagionati. Ma da bere anche da solo.
Questa scheda è di Pasquale Carlo

Sede a Castelvenere via San Tommaso, 110
Tel. 0824.940529
Bottiglie prodotte: 5.000
Ettari: 6 di proprietà
Vitigni: barbera del Sannio, aglianico, falanghina