Guida intelligente: la vera pasta di Gragnano igp la puoi trovare in questi pastifici del Consorzio

Letture: 701
Pasta di Gragnano artigianale

di Dora Sorrentino

La più amata dagli italiani, e adesso anche dagli europei, è la pasta di Gragnano che  ha finalmente ottenuto, dopo tre lunghissimi anni, l'Indicazione Geografica Protetta numero 254. In realtà il riconoscimento c'era già, andava soltanto ufficializzato. Ma quali sono i pastifici di Gragnano che hanno ottenuto l'igp?

Ve li presentiamo noi.

1)    Pastificio Di Martino: qui nasce la prima pasta che ha attraversato il canale di Panama e ha fatto il giro di tutto il mondo. Ha da poco compiuto centouno anni, è un'azienda tutta familiare, radicata nel territorio. E' il frutto della passione di nonno Giuseppe che, a poco più di diciotto anni, si trovò da semplice operaio a diventare imprenditore.

2)    Pastificio dei Campi: è la branca giovane del Pastificio Di Martino, un'idea nata nel 2007, che sposa la filosofia di produrre pasta tradizionale per appassionati gourmet. Solo 30 i quintali prodotti quotidianamente, con formati tutti in limited edition.

3)    Pastificio Gentile: la famiglia Zampino dal 1948 dirige un pastificio che vuole conservare le tradizioni di una volta. Prima fra tutte, la scelta di asciugare la pasta secondo il metodo Cirillo, un ingegnere che a tale scopo inventò una ventola meccanica che distribuiva il calore emanato da un braciere. Il primo formato di pasta ad ottenere l'igp è il loro spaghettone.

4)    Pastificio Faella: nasce nel 1907 con Gaetano Faella, viene gestita oggi dai suoi eredi. In particolare Mario ha reso il suo modo di dire “fare'e maccarun' buon'” la propria filosofia di vita. La pasta viene ottenuta da una selezione di semole, impastate con acqua del Monte Faito ed i formati vengono trafilati a bronzo o a teflon.

5)    La fabbrica della pasta di Gragnano: nel 1976 Mario Moccia acquistò un noto pastificio, ormai in crisi, restaurandolo in toto. Ha dedicato tutta la sua vita ad affermare un prodotto così importante agli occhi di tutto il mondo. Oggi i figli hanno rifondato da alcuni anni la fabbrica, garantendo la realizzazione di pasta di qualità, realizzando formati anche gluten free.

6)    Pastificio Le Stuzzichelle: tra tanta storia, questo è uno dei pastifici più giovani, nato nel 1993. Guidato da Michele Iovine, la lavorazione artigianale comprende formati di pasta in semola di grano duro e pasta all'uovo. Nel 2006 il pastificio ha realizzato un formato speciale, “'o dollar'”, per il progetto “Americani in pasta”.

7)    Pastificio Sebastiano D'Apuzzo: l'estro dell'ingegner D'Apuzzo lo ha portato all'apertura del pastificio nel 1968. Le peculiarità di questa azienda riguardano i formati speciali, realizzati a richiesta anche per i ristoranti, ed i formati di pasta a cui vengono aggiunti altri ingredienti, come pomodori, spinaci e nero di seppia.

8)    Le Antiche Tradizioni di Gragnano: la famiglia Cesarano sono la quarta generazione di maccaronari. Grano del Tavoliere delle Puglie, acqua dei Monti Lattari e il gioco è fatto. Loro punto di forza è proprio la ricerca e la scelta accurata della materia prima. Lo scialatiello è uno dei formati più gettonati, anche qui lo si può trovare nelle versioni aromatizzate.

2 commenti

I commenti sono chiusi.