Pasta e cipolle, ‘e ziti co ‘a genovese fujiuta: il Paradiso costa non più di 1,5 euro

Letture: 643
Ziti spezzati a mano e cipolle

Pasta e cipolle! Come mangiare meglio l’anima di un territorio? E’ incredibile pensare a quante combinazioni si possano creare con solo questi due elementi. Qui la versione di Tenuta Montelaura
Un piatto anticrisi, calcolando buona pasta, cipolle, olio e tutto il resto non si superano 1,50 euro a testa per staccare il ticket del Paradiso.

Regaliamo questo piatto alla Tavola di Pulcinella del nostro caro Tommaso Esposito: è essenziale. A Napoli molti la chiamano finta genovese o genovese fujiuta, ossia senza la carne grazie alla quale diventa il piatto più amato dai napoletani insieme al ragù

Per due persone
200 gr di ziti spezzati a mano (abbiamo usato quelli di Gerardo di Nola, in alternativa Vicidomini). Vanno anche bene le mezze maniche o i rigatoni
500 gr di cipolle di Montoro
3 cucchiai di olio d’oliva
pepe
basilico in estate
poco sale

Bisogna tagliare le cipolle a fette e farle rosolare nell’olio d’oliva ben caldo come si fa con lo sfritto di partenza, evitando di farle bruciare ma arrivando comunque al limite.
Spegnere il fuoco e aspettare che l’olio torni calmo.
Aggiungere un bicchiere d’acqua e far ripartire, secondo la classica cottura a zuppa.
Tirare avanti per almeno una trentina di minuti, o comunque sino a quando la cipolla si sarà consumata e asciugata.
Spezzare gli ziti a mano, calarli e tirarli fuori al dente.
Versarli nella padella e far andare tutto insieme a fuoco alto per un paio di minuti.
Mettere la pasta nel piatto, aggiungere un paio di sfoglie di cipolla fresca, tagliata sottile come un’ostia, che regala freschezza al piatto e un grano di pepe macinato al momento.
Infine, se è estate, una foglia di basilico.
Se la cipolla è buona, sono contrario al formaggio, anche se mi rendo conto che è difficile resistere.

Ci bevo il Coda di Volpe di Michele Perillo

 

5 commenti

  • Antonietta

    (5 marzo 2012 - 14:06)

    No assolutamente,io ci abbino una cascata di pecorino del Matese grattugiato!

    • Marcello

      (5 marzo 2012 - 14:11)

      O’ yes, confermo…..per il vino ci vedo bene anche un rosato

  • ornella

    (5 marzo 2012 - 14:42)

    In questa Tenuta Montelaura la cucina mi è troppo familiare…io però la gusto con tanto parmigiano! ;-)

  • tommaso esposito

    (5 marzo 2012 - 15:49)

    A breve la mia esile e gracile versione di finta genovese.
    Con i cipollotti o le cipolle novelline di marzo.
    La dedicherò ovviamente a Lello.

  • Nicola

    (6 marzo 2012 - 14:42)

    Sugo pronto alla Genovese con Cipolla Ramata di Montoro.

    Ingredienti:
    Cipolla Ramata di Montoro, olio extravergine di oliva, sale.

    Utilizzo:
    scaldare a fuoco lento o in microonde dopo aver aperto la capsula, versare direttamente sulla pasta saltandola in padella.
    Condire a piacere, con pepe e/o peperoncino, pecorino e/o parmigiano – in estate una foglia di basilico.

    Per la preparazione della zuppa scaldare a fuoco lento o in microonde dopo aver toltola capsula, versare direttamente nel piatto dopo aver aggiunto sul fondo del piatto pane raffermo.

    Condire a piacere Condire a piacere, con pepe e/o peperoncino, pecorino e/o parmigiano.

    http://www.cipollaramatadimontoro.it
    info@cipollaramatadimontoro.it

I commenti sono chiusi.