Pastiera Day. La Pastiera di Carmine Mazza del Poeta Vesuviano

Letture: 36
La pastiera di Carmine Mazza del Poeta Vesuviano

Ecco la pastiera del giovane Carmine Mazza del Poeta Vesuviano di Torre del Greco

Ingredienti per il ripieno:
300 gr di grano precotto
400 ml di latte
un cucchiaio di strutto o di burro
un cucchiaio di zucchero
1 bustina di vanillina
400 gr di ricotta di pecora
300 gr di zucchero
5 uova
50 gr di acqua di fior d’arancio o millefiori naturale ( in mancanza utilizzare una fialetta di aroma)
2 limoni appena colti
150 gr di cedro, zucca e altri canditi misti (tagliati a tocchetti piccoli)
150 gr di zucchero a velo

Ingredienti per la pasta frolla:
500 gr di farina,
3 uova,
200 gr di zucchero,
200 gr di strutto,
la buccia grattugiata di un limone

Ingredienti per la crema allo Strega:
500 dl di latte
3 rossi d’uovo
50 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di liquore Strega
1 bustina di vanillina

Per la zuppetta di panna alla cannella:
250 gr di panna fresca
1 stecca di cannella
1 stecca di vaniglia
cannella in polvere

Preparare la pasta frolla (possibilmente il giorno prima) e conservare in frigo.
Mettere a cuocere, a fuoco lento, il grano con il latte, lo strutto ed il cucchiaio di zucchero. Fare cuocere fino a che il composto non avrà assunto un aspetto cremoso. Lasciare raffreddare .
Lavorare la ricotta con una spatola fino a renderla cremosa, aggiungere lo zucchero e continuare a lavorare.
Aggiungere i cinque tuorli e tre albumi montati a neve ben ferma, la scorza grattugiata dei limoni, l’acqua di millefiori ed i canditi.
Unire il composto di grano e mescolare ulteriormente.
Stendere la pasta frolla portandola ad uno spessore di tre millimetri e foderarvi una teglia bassa, unta ed infarinata.
Riempire con il ripieno e con la pasta frolla rimanente formare delle strisce e disporle a griglia sul ripieno.
Mettere in forno, a circa 150 gradi per un paio di ore.
Una volta cotta, farla raffreddare.

Per la crema
Mescolare i 3 rossi d’uovo con lo zucchero, aggiungere la farina setacciata ed il latte, la vaniglia e portare sul fuoco fino ad ebollizione, stemperare la crema
aggiungendo il liquore Strega e lasciar raffreddare.

Per la zuppetta di panna:
mettere in infusione 3- 4 ore prima la stecca di cannella e la vaniglia nella panna, riscaldare il tutto a fuoco lento e filtrare bene.
Servire in un bicchierino e cospargere con polvere di cannella.
Ho abbinato liquore Strega.

a cura di Marina Alaimo