Pecorino 2006 Terre di Chieti igt

Letture: 112

CANTINA TOLLO
Uva: pecorinoFascia di prezzo: da 1 a 5 euroFermentazione e maturazione: acciaio
Quando una grande cantina si accorge di una piccola uva vuol dire che qualcosa si muove sotto il cielo. Anche in Abruzzo, perennemente immobilizzato fra Montepulciano e Trebbiano, inizia un serio lavoro di ricerca su altri vitigni autoctoni e il pecorino, diffuso in tutta l’Italia centrale, costituisce una chiave interpretativa del territorio molto interessante: la versione 2006 mostra sicuramente una buona evoluzione dopo la 2005 anche se dobbiamo dire che sul versante adriatico la stagione è stata meno favorevole di quello tirrenico perché la Campania è stata aiutata dai suoi vitigni a vendemmia tardiva capaci di recuperare grazie ad un ottobre spettacolare. In Abruzzo invece i tempi sono un poco anticipiti e sepsso la frutta non ha smaltito l’acqua abbondante di agosto. Per questo il Pecorino di Tollo presenta una nota di magrezza su cui possiamo pasasare sopra vista la sua concezione di vino di pronta beva e imediato. Buoni profumi di fiori e di erbe, un po’ di mela, ottima la freschezza capace ci abbinarlo a buoni piatti di mare, conclusione soddisfacente, pulita. Un bel banco sostanzialmente elegante e di grande interesse: sono ormai numerose le aziende impegnate a vinificarlo in purezza e possiamo dire senza tema di smentita che la sua annata 2006 è stata sicuramente superiore a quella del trebbiano. Da aggiungere una nota sulla Tollo, autentica bandiera della viticoltura abruzzese, in grande spolvero negli ultimi due anni con prodotti dallo straordinario rapporto tra qualità e prezzo dall’alto dei suoi dieci milioni di bottiglie.

Sede a Tollo. Viale Garibaldi
Tel. 0871.96251, fax 0871.962122
Sito: http://www.cantinatollo.it
Email: info@cantinatollo.it
Enologi: Riccardo Brighigna e Carmine De Iure
Bottiglie: 10.500.000
Ettari di proprietà dei soci: 3500
Vitigni: montepulciano, moscato, chardonnay, trebbiano, pecorino