Perdersi e ritrovarsi 2004 Beneventano igt

Letture: 37

PODERE VENERI VECCHIO
Uva: aglianico (70%), piedirosso (30%)
Fascia di prezzo: da 10 a 15 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Cogliamo al volo l’opportunità che ci offre l’iniziativa che nasce dalla collaborazione tra Raffaello Annicchiarico, partenopeo doc titolare dell’azienda castelvenerese ‘Podere Veneri Vecchio’, ed il dinamico Giuseppe Iannotti, chef ed anima del Kresios, per parlare del rosso che rappresenta la novità della cantina di Raffaello. ‘Perdersi e ritrovarsi’ è un vino che fa parlare. A cominciare dal nome che è legato alle cose perse, rappresentate dalle viti franche di piede. E’ questa la caratteristica principale, visto che si lavora alla vinificazione di questo patrimonio altrimenti destinato a scomparire. La piccola vigna ‘franca di piede’ è situata non molto distante la cantina ed è stata portata avanti con cura ed attenzione. L’avvio con la vendemmia 2004: dopo la raccolta il nettare è stato lavorato in acciaio con lungo batonnage sui lieviti per proseguire con una fase di maturazione ed affinamento il legno che si porta avanti per diciotto mesi. Scelte in questo caso le barrique di secondo passaggio, per evitare il pericolo di invadenza del legno nuovo. Dopo una fase di riposo in vetro il vino esce sul mercato a distanza di circa tre anni dalla vendemmia. Il tempo trascorso dona una particolare morbidezza al calice che fa l’ingresso con un colore rosso rubino vivace e belle noti brillanti. Parco olfattivo ampio, con marcati sentori di frutta rossa e bella balsamicità. Palato suadente, con un corpo che meriterebbe soltanto qualche punticino in più dal punto di vista della struttura per completarsi in un vino di assoluta pregevolezza. Un rosso tipico da abbinare ad un ottima grigliata di vitellone di razza marchigiana.
Questa scheda è di Pasquale Carlo

Sede a Castelvenere, Via Veneri Vecchio
Tel. 081.5569968, 340.5869048
Email: venerivecchio@libero.it
Enologo: Raffaele Annicchiarico
Bottiglie prodotte: 18.000
Ettari: 1 di proprietà e 2 in affitto
Vitigni: aglianico, sangiovese, barbera del Sannio, piedirosso, cerreto, grieco di Castelvenere