Perito, Cilento. La Fattoria dell’Alento

Letture: 69

Località Isca dell’Abate
Tel. 0974.998425, fax 0974.998234
E mail: info@fattoriadellalento.it
Sito:
www.fattoriadellalento.it
Vendita al pubblico


L’unica vendita al pubblico è presso la Tamoil, sulla variante alla strada statale 18, situata a poche centinaia di metri dal caseificio
Allevamento proprio: 500 bufale, di cui 300 adulte (o lattifere)
I prodotti: ciliegine, bocconcini, mozzarelle, aversane, trecce, trecce affumicate, ricotta, provole, provole affumicate, scamorze, scamorze affumicate, caciocavallo.
E’ un’azienda giovane, nata nel 1997, dove ben presto, alla cultura della mozzarella di bufala, si è affiancata quella per la carne di questi animali: leggera, nutriente e priva di grassi. Il titolare è Pasquale Cortucci, alla guida dell’azienda assieme ai figli Massimo e Alessandro. Dirigente d’azienda, cittadino napoletano, nel ’97 Cortucci decide di iniziare la nuova avventura, assecondando la sua passione per l’agricoltura e l’amore per il Cilento. Lascia il lavoro a Napoli e crea questa azienda nel cuore del Cilento.

 Qualche anno dopo fonda assieme ad altri esperti del settore, il Consorzio Alba, di cui diviene subito presidente, specializzato nella lavorazione della carne di bufala, dal disosso al confezionamento per la vendita. Circa settanta vitelli l’anno dalla sua azienda vanno al consorzio. Ma senza perdere di vista l’attività principale, la mozzarella di bufala.
Le bufale seguono un preciso regime alimentare, il mangime è selezionato, il fieno è coltivato in azienda. Il mais disidratato proviene da Pesaro. L’igienicità delle stalle è garantita da un sistema automatico di pulizia. Un veterinario è sempre presente presso gli allevamenti, altri dell’Università di Napoli prestano le loro consulenze. La produzione, effettuata con tecniche moderne di lavorazione, utilizzando solo il latte dell’allevamento aziendale, è destinata a punti vendita situati nell’Italia del nord, in particolare Veneto e Lombardia.

A Milano il ristorante “Fratelli La Bufala” consuma 300 chili di mozzarella a settimana: i clienti ci vanno appositamente per mangiare i latticini dell’azienda cilentana. Anche all’estero è possibile gustare la mozzarella della Fattoria dell’Alento, in Francia, in ristoranti di Parigi e Negeve, in Libia e negli Stati Uniti.
L’azienda, che si estende su una superficie di 54 ettari, è certificata Unien Iso 9002, con estensione alla Vision 2000.

Come arrivare
Dall’autostrada Salerno-Reggio Calabria uscire a Battipaglia e proseguire lungo la strada statale 18 in direzione Vallo della Lucania. L’uscita è quella di Omignano Scalo, quindi svoltare per Orria e seguire la segnaletica del caseficio.
Questa scheda è di Paola Desiderio