Pesce bandiera marinato all’arancia su insalatina di riccia, patate all’erba cipollina e granella di pistacchi

Letture: 237
Bandiera marinato all’arancia

1 Pesce Bandiera  o sciabola

PER LA MARINATA

500cl di succo d’arancia

500cl di falanghina dei campi flegrei

100cl di aceto

sale 50 g di sale

pepe bianco q.b.

buccia d’arancia grattugiata

foglie di menta

2 patate medie

scarola riccia

erba cipollina

50 g di pistacchi

PER LA SALSA ALL’ARANCIA

100 cl di succo d’arancia

100cl di olio extra vergine d’oliva

30 g di miele

 

Emulsionate con una fusta il succo di arancia, la falanghina e l’aceto con un pizzico di sale.

Sfilettate il pesce bandiera e ricavate dei filetti di 1cm di larghezza e 6cm di lunghezza.

Stendeteli in una placca, e coprirli con la marinata per 12 ore

Asciugate i filetti di pesce su un canovaccio , e conditeli con sale , foglie di menta , buccia di arancia grattuggiata, e pepe bianco e olio etravergine d’oliva.

Tagliate le patate ricavando dei cubetti di 1 cm per lato, cuocetele in forno a vapore per 8 minuti e lasciatele raffreddare, conditele con sale olio, ed erba cipollina

Lavatela scarola, in acuqa fredda corrente, e utilizzate solo le foglie piu’ bianche.

Emulsionate tutti gl’ingredienti per la salsa, fino ad ottenere una crema liscia

Tostate i pistacchi in forno per qualche minuto, e tritateli in granella.

Impiattate ponendo al centro del piattola scarola riccia, le patate e infine i filetti di pesce bandiera, completate il piatto con la granella di pistacchio e qualche goccia di salsa all’arancia.

 

Questa ricetta è di Carmine Mazza del ristorante Il Poeta Vesuviano di Torre del Greco.

2 commenti

  • isaporidelmediterraneo

    (17 maggio 2013 - 15:13)

    Un gran bel piatto e direi anche chic, non voglio polemizzare ma questo tipo di pesce deve subire un piccolo congelamento istantaneo con l’abbattitore di temperatura causa il parassita Anisakis.
    Parassita che se ingerito diventa molto pericoloso per il nostro apparato digerente.

    • IlPoetaVesuviano

      (21 giugno 2013 - 15:59)

      Grazie per i complimenti e per il consiglio,e’ stato un nostro errore non citarla nella ricetta, ma viene utilizzata la tecnica dell’abbattimento, grazie per averlo fatto notare, saluti ;)

I commenti sono chiusi.