Piedirosso 2006 Sant’Agata dei Goti doc

Letture: 61

MUSTILLI


 Uva: piedirosso
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Sabato scorso il Sannio si è messo in mostra con tutte le sue eccellenze in occasione della tre giorni organizzata per la Guida Vini Buoni D’Italia 2008 curata da Luigi Cremona e Mario Busso. Durante questa wine session, voluta da Luciano Pignataro, coordinatore della Guida per la Campania, Calabria e Basilicata, si è svolta anche la riunione dei coordinatori regionali arrivati da tutt’Italia ed ospiti del Wine Resort Torre Gaia di Dugenta. Il programma è stato denso di appuntamenti: dopo la serata di venerdì all’Enoteca La Botte di Casagiove,per la presentazione della Guida Vini Buoni e della Guida Completa ai vini della Campania sabato mattina la giornata è cominciata a Sant’Agata dei Goti. Qui dopo la visita ai nuovi stabilimenti ed alle storiche cantine scavate nel tufo guidati da Anna Chiara Mustilli, titolare ed enologa dell’azienda fondata dall’ingegnere Leonardo, “il papà della Falanghina” abbiamo degustato, nel suggestivo wine bar aziendale alcuni vini, accompagnati da originali frappe salate. Il vino che mi ha dapprima lasciata perplessa e poi incantata è il Piedirosso Doc Sannio 2006. Avete letto bene: 2006. Un vino in bottiglia da poche settimane e già pronto per colore, aromi e piacevolissima beva. Prodotto da vigne tra Sant’Agata e Dugenta, a circa 150/200 metri sul livello del mare, con basse rese e sistema a spalliera,fermenta e affina esclusivamente in acciaio. Il passaggio in bottiglia è davvero breve. Nonostante ciò, questo Piedirosso esprime al meglio i tipici aromi varietali di fruttato intenso con una piacevole nota vegetale. L’ingresso in bocca è fresco e morbido, di grande equilibrio. E’ un vino da pronto consumo. Se ne producono circa 30.000 bottiglie tutte assorbite entro pochi mesi dal mercato regionale e dal mercato giapponese dove questo vitigno insieme al Lacryma Christi è particolarmente conosciuto ed apprezzato. Lo beviamo anche su piatti di mare, come una zuppa di pesce anche leggermente piccante, su primi piatti di territorio come le minestre di legumi, su formaggi semi freschi ed anche sulla pizza. Ottimo il rapporto prezzo – qualità. Davvero un vino da far conoscere e promuovere nel resto d’Italia.

Sede a Sant’Agata dei Goti, via dei Fiori, 20
Tel. 0823.774433, fax 0823717619
Sito: http://www.mustilli.com
Email: info@mustilli.com.
Enologo: Mauro Orsoni
Bottiglie prodotte: 150.000
Ettari: 21 più 13 da reimpiantare
Vitigni: aglianico, piedirosso, merlot, falanghina, greco, sperimentazioni in corso su alcuni vitigni internazionali