Pietra Marina Etna Bianco Superiore Doc 2011 | Voto 89/100, winner a Radici del Sud

Letture: 191
Pietra Marina Etna Bianco Superiore Doc 2011 Benanti
Pietra Marina Etna Bianco Superiore Doc 2011 Benanti

Benanti
Uva: carricante
Fascia di prezzo: 38,00 euro in enoteca
Fermentazione e maturazione: acciaio
Vista 5/5 – Naso 27/30 – Palato 27/30 – Non omologazione 30/35

Mi piace pensare che una pietra lavica dall’alto dell’Etna rotoli giù verso lo splendido mare Jonio e quindi diventa Pietra Marina. Nome appropriato per un vino speciale e di grande caratura prodotto con le uve locali di carricante e che nel corso degli anni ha mietuto successi infiniti. Un vino emblematico che rappresenta non solo il territorio etneo ma l’intera Sicilia, che come si sa non brilla eccessivamente per la bontà dei suoi vini bianchi. E così l’azienda che lo produce, cioè Benanti, puòandare fiera perché il millesimo 2011 ha meritatamente conquistato il primo posto assoluto all’ultima edizione di Radici del Sud da parte della giuria internazionale e la seconda piazza da quella nazionale nella categoria del Gruppo Misto Vini Bianchi del Sud.

Classico sistema di allevamento ad alberello su terreno vulcanico posizionato oltre gli ottocento metri di altezza e con le vigne vecchie più di ottant’anni. Vendemmia effettuata dopo la metà di ottobre. Fermentazione a temperatura controllata per circa quindici giorni e maturazione in acciaio per oltre trenta mesi sulle fecce fini. Affinamento in bottiglia per ulteriori nove mesi. Dodici e mezzo la gradazione alcolica.

Controetichetta Pietra Marina Etna Bianco Doc 2011 Benanti
Controetichetta Pietra Marina Etna Bianco Doc 2011 Benanti

Brillante colore giallo paglierino nel bicchiere, con riflessi ancora verdolini. Corredo aromatico subito espansivo e coinvolgente, con aromi di zagara, di cappero, di anice, di erbe officinali, di miele e di mela. Impronta gustativa fine, morbida, elegante e salmastra. Un’essenziale silhouette rivela un ritmo incalzante denso di minerali, uno sviluppo ritmato ed arioso, una magnifica acidità, un chiaroscuro agrumato con purezza di frutto ed un ventaglio terroso. Finale lungo e godibile. Ottima longevità di un vino che può essere associato a piatti a base di pesce cotto e crudo, latticini e/o a pietanze più sostanziose. Prosit!

Questa scheda è di Enrico Malgi

Sede a Viagrande (Ct) – Via Garibaldi, 361 – Contrada Monte Serra
Tel. 095 7893438 – Fax 095 7893677
benanti@vinicolabenanti.it www.vinicolabenanti.it
Enologo: Vincenzo Calì – Ettari vitati: 24 – Bottiglie prodotte: 120.000
Vitigni: nerello mascalese e cappuccio e carricante