Pietra rosa 2010 Greco di Tufo docg |Voto 90/100

Letture: 192
Greco di Tufo docg Pietrarosa 2010 Cantine Di Prisco (Foto Lello Tornatore)

Uva:gredo di Tufo
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio

Vista 5/5. Naso 27/30. Palato 28/30. Non Omologazione 30/35

I lettori affezionati ormai avranno una immagine precisa delle mie descrizioni dei bianchi irpini: il Fiano è il fratello colto ed elegante che ha studiato, il Coda di Volpe quello diseredato per liti familiari mentre il Greco di Tufo è quello che è restato in azienda con il padre a faticare duro.

Come ogni assunto generale esistono le eccezioni che possono anche rovesciare un luogo comune consolidato. E il Greco di Tufo di Pasqualino Di Prisco è una bottiglia che scompone diametralmente l’immagine che sto contribuendo a costruire dei tre grandi bianchi irpini.

Perché è sempre un vino dotato di eleganza esagerata, spesso irraggiungibile, decisamente sopra la media dei pur buonissimi Fiano. 

Si tratta di una selezione di uve, evidentemente molto ben fatta, trattate in modo delicato con una leggera spremitura e, soprattutto, lasciate dentro le vashe di accaio per oltre un anno.
Così incontriamo la 2010 all’Incanto di Pompeo Limongiello e la godiamo per l’equilibrio perfetto raggiunto, la freschezza fruttata e al tempo stesso minerale, il naso ricco e complesso, il sorso lungo e piacevole, non dolce, sapido, con puntina amara nel finale che ripulisce bene il palato.

Di corpo, come tutti i Greco, il vino di Pasqualino è una mano di acciaio in un guanto di velluto: morbido e suadente nella presentazione, tosto ed efficace nello svolgimento.
Non è la prima volta che incrociamo questa etichetta, che in una norma più evoluta potrebbe essere chiamata riserva, ma non avevamo mai avuto occasione di parlarne su questo sito.
Lo facciamo adesso e lo consigliamo a tutti coloro che amano il bianco elegante ma non esile, efficace a tavola ma anche capace di regalare emozioni se bevuto in compagnia di se stessi.

Sede a Fontanarosa, Contrada Rotole 27. Tel. 0825.475738. www.cantinadiprisco.it Ettari: 13 di proprietà. Enologo: Carmine Valentino. Bottiglie prodotte: 80.000 Vitigni: fiano, greco, aglianico.