Pietre Sparse 2004 Solopaca Rosso doc

Letture: 71

SANTIMARTINI

Uva: sangiovese, aglianico, piedirosso e sciascinoso
Fascia di prezzo: da 5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Con l’annata 2005 questa azienda solopachese ci aveva entusiasmato per le punte eccelse raggiunte con il Pietre Sparse Solopaca Bianco in veste “Classico”, arrivato fino alla corona dei Vini buoni d’Italia. Un risultato centrato anche nella versione 2006 (sempre uvaggio di falanghina, malvasia e trebbiano) anche se con qualche punto in meno. La vera nota godibile è ora l’annata 2004 del Pietre Sparse in versione Rosso, sempre un Solopaca Classico ottenuto con sangiovese, aglianico piedirosso e sciascinoso. Ancora una volta l’azienda guidata in cantina dall’enologo Angelo Pizzi ci regala un Solopaca veramente ben fatto, calici di cui questo territorio – spesso destinato agli angoli degli scenari enologici – ha fortemente bisogno per la vera riscossa. Rosso rubino intenso il colore, che denota un vino ancora particolarmente fresco mentre al naso regala note di frutta del sottobosco di particolare intensità. Tutto confermato in bocca dove il vino si presenta particolarmente caldo (l’alcol raggiunge i 14 gradi) e vellutato accompagnato da ben avvertibili note tanniche che parlano di un vino capace di reggere ancora qualche annata. Il tutto ad un ottimo rapporto qualità-prezzo. Da abbinare ad una saporita grigliata di agnello.

Questa scheda è di Pasquale Carlo

Sede a Solopaca. Via Bebiana 107/A. Tel e fax 0824.971254. a.franco@santimartini.it. www.santimartini.it. Enologo: Angelo Pizzi. Ettari: 9 di proprietà. Bottiglie prodotte: 50.000. Vitigni: falanghina, trebbiano, malvasia, aglianico, sangiovese, sciascinoso, piedirosso