Ristorante e pizzeria Antica Sicopoli. Cesare Di Grazia e Ciro Longobardi in “Giovani Talenti sotto le Stelle”

Letture: 335
Antica Sicopoli. Cesare Di Grazia e Ciro Longobardi con  Nello Di Caprio e tutto lo staff. Foto di Karen Phillips
Antica Sicopoli. Cesare Di Grazia e Ciro Longobardi con Nello Di Caprio e tutto lo staff. Foto di Karen Phillips

Bel successo per l’evento “Giovani Talenti sotto le Stelle” al ristorante e pizzeria Antica Sicopoli di Triflisco della famiglia Di Grazia. La serata ha visto protagonista Cesare Di Grazia, che oltre a guidare l’attività insieme a suo padre Fernando è anche autore ed esecutore del nuovo progetto pizza. Ad affiancarlo per una sera, Ciro Longobardi, executive chef dell’Hotel Imperial Tramontano di Sorrento, per unincontro culinario che ha dato vita ad una cena a quattro mani. Un connubio tra la pizza casertana e la cucina della costiera sorrentina.

I due giovani protagonisti, presentati da Nello Di Caprio, manager del food e beverage campano che ha ideato e coordinato l’evento, hanno permesso di raccontare in maniera simpatica, il progetto Antica Sicopoli e la composizione di ciascun piatto, contribuendo a ricreare un clima conviviale. Grande attenzione anche al servizio di sala, che per l’occasione è stato seguito da Angelo Larocca, maître che segue l’amico manager in diverse iniziative.

L’evento è stato aperto con un aperitivo di benvenuto con assaggi di diverse tipologie di pizza dalla grande leggerezza tra cui, verace rivisitata, parmigiana, margherita e marinara, per arrivare all’entrée con soffiato di bufala corretto al San Marzano.

Antica Sicopoli. Verace rivisitata foto di Karen Phillips
Antica Sicopoli. Verace rivisitata foto di Karen Phillips

 

Antica Sicopoli. La marinara
Antica Sicopoli. La marinara

 

Antica Sicopoli. Soffiato di bufala corretto al San  Marzano
Antica Sicopoli. Soffiato di bufala corretto al San Marzano

A seguire, perla di gamberoni alla Thermidor su vellutata di carciofi di Schito e poi ancora risotto con fave, pecorino di Laticauda e uovo di quaglia e un tortello con patate cotte sotto la cenere con ragù di totani.

Antica Sicopoli. Perla di gamberoni alla Thermidor su  vellutata di carciofi di Schito
Antica Sicopoli. Perla di gamberoni alla Thermidor su vellutata di carciofi di Schito

 

Antica Sicopoli. Risotto con fave, pecorino di Laticauda e  uovo di quaglia
Antica Sicopoli. Risotto con fave, pecorino di Laticauda e uovo di quaglia

 

Antica Sicopoli. Tortello con patate cotte sotto la cenere  con ragù di totani
Antica Sicopoli. Tortello con patate cotte sotto la cenere con ragù di totani

Un secondo piatto: pancetta di suino Razza Casertana con fagioli e mela annurca.

Antica Sicopoli. Pancetta di suino Razza Casertana con  fagioli e mela annurca
Antica Sicopoli. Pancetta di suino Razza Casertana con fagioli e mela annurca

Pietanze accompagnate da buonissimi pani realizzati da Cesare.

A chiudere un pre-dessert e un dessert: boccone di pastiera e cremoso al cioccolato con cuore morbido di babà.

Antica Sicopoli. Boccone di pastiera
Antica Sicopoli. Boccone di pastiera

 

Antica Sicopoli. Cremoso al cioccolato con cuore morbido  di babà
Antica Sicopoli. Cremoso al cioccolato con cuore morbido di babà

Abbinamento dei vini ai piatti dell’azienda vitivinicola Irpina “I Favati” curato dal sommelier di Antica Sicopoli.

Antica Sicopoli. Vini I Favati
Antica Sicopoli. Vini I Favati

 

Per le foto si ringraziano Karen Phillips e Valeria D’Esposito.