Pizzeria Olio&Pomodoro al Vomero, quarta generazione di Gorizia e un concept moderno

Letture: 244
Olio&Pomodoro, Salvatore e Toto Grasso

Via Francesco Cilea, 270-272
Tel. 081.642003

Appena un anno per questo locale moderno che ha il cuore antico in un nuovo concept moderno: al lavoro le quarte generazioni delle famiglie Grasso, proprietari di Gorizia, e Rosciano, pizzaioli in queste strutture che hanno fatto la storia sulla collina del Vomero. In società Francesco Cappuccio, Rosario La Marca e Dadio Viviani.

 

Olio&Pomodoro

Due forni, costruiti da Ferrara, a vista, lavagnetta con le specialità della casa, ottime marinara e margherita, soprattutto se precedute dalle fritture tra cui eccelle il panzarotto di patate. Tra le specialità, la pizza stella con un gusto diverso in ogni punta e il ripieno, al forno e fritto. Birra Forst, qualche vino e prodotti di ottima qualità.

Olio&Pomodoro, la sala

Il Vomero dunque si conferma un quartiere sempre più importante per gli amanti della pizza di qualità

Olio&Pomodoro, i fritti

Anche qui, nella parte nuova della città, pesano la storia e la tradizione: è incredibile infatti che qui si sia arrivati alla quarta generazione tra due famiglie insieme praticamente da sempre.

Olio&Pomodoro, una grande frittatina con i bucatini di Giuseppe Di Martino

Molto buoni, come abbiamo detto, i fritti, la frittatina è sicuramente una delle migliori di Napoli con il classico ragù bianco di carne e piselli che bene marca la tradizione dei monzu e che ritroviamo incredibilmente anche nel cibo da strada.

Olio&Pomodoro, la marinara

Margherita e marina sono due classici perfettamente ben eseguiti.

Olio&Pomodoro, la margherita

 

Olio&Pomodoro, con prosciutto, formaggio e insalata

 

Olio&Pomodoro, il ripieno

Anche il ripieno rientra nei canoni della tradizione, con ricotta finissima e ben lavorata che mantiene la sua acidità anche dentro il ripieno. La conferma che c’è grande attenzione alle materie prime che ha sempre reso affidabile il marchio Gorizia.

Olio&Pomodoro, gelato al forno

 

Olio&Pomodoro, i forni

 

Olio&Pomodoro, i pizzaioli Enzo e Antonio Rusciano, padre e figli

 

Olio&Pomodoro, la rucola

 

Olio&Pomodoro

 

Olio&Pomodoro

2 commenti

  • ottavio

    (17 settembre 2014 - 16:07)

    Siamo clienti della prima ora, non sapevamo della quarta generazione, ma abbiamo capito subito che ci travavamo di fronte ad un’ottima pizzeria all’altezza delle migliori!!!!!!

  • Sergio Cima

    (18 settembre 2014 - 07:22)

    Io sono andato a cercare il classico pelo nell’uovo, quando ci sono stato, così, dopo i complimenti per il ripieno fritto leggerissimo ho anche fatto notare qualcosa da ripensare su alcuni ingredienti di altre pizze, ferma restando la fattura egregia della pizza come impasto e cottura. Quello che mi piace è il coraggio di investire e l’incredibile DNA di questa famiglia che da un secolo tiene in piedi la pizza napoletana.

I commenti sono chiusi.