Pranzare con un euro a Napoli. La mensa universitaria occupata e gestita dagli studenti della Federico II

Letture: 225
Una manifestazione studentesca alla Federico II



Le mense universitarie sono sempre state un grande business. Per i fornitori.
Gli studenti di Napoli hanno occupato quella della Federico II e la gestiscono in prima persona. Offrono un pasto a un euro e le speculazioni sono finite.

Sono realisti, realizzano l’impossibile.
Bravissimi!
E ora, cuochi stellati, cosa aspettate a raccogliere l’idea di Marina Alaimo e di andare a cucinare un vostro piatto lì?

5 commenti

  • gaspare

    (22 gennaio 2013 - 22:39)

    nobel per l’economia!

  • Francesco Mondelli

    (22 gennaio 2013 - 23:34)

    Purtroppo fa più notizia cucinare alla mensa dei poveri per S.Egidio dove vanno a farsi belli politici nonchè Vip di varia estrazione.Sarebbe davvero un atto di solidarietà verso i giovani che pagano lo scotto maggiore dell’incertezza di questi tempi e sopratutto i debiti fatti dalle generazioni precedenti.

    • luciano pignataro

      (22 gennaio 2013 - 23:49)

      Hai ragione Francesco. Mi piacerebbe tanto che anche qualche pastaio facesse un gesto di solidarietà

  • Marina Acino Ebbro

    (23 gennaio 2013 - 12:15)

    I ragazzi mi hanno raccontato che sono senza mensa da 10 anni nonostante paghino una tassa di più di 150€ alla Regione che dovrebbe garantire anche il diritto alla mensa. Inoltre la cucina della mensa è super attrezzata e non è stata mai utilizzata prima che i ragazzi decidessero di occuparla e cucinare per gli studenti. Per dare solidarietà alla coraggiosa iniziativa dei ragazzi cerco uno chef che venga a cucinare almeno una volta, magari una bella lasagna. Ma anche produttori di pasta, pomodori pelati, mozzarella o fior di latte disponibili ad offrire i loro prodotti in quel giorno. Ci starebbero bene anche delle buone chiacchiere come dessert.

  • Slow Food Vesuvio

    (23 gennaio 2013 - 19:02)

    Bellissima iniziativa Marì’, ti diamo una mano!

I commenti sono chiusi.