Primum 2003 Taurasi docg

Letture: 75

GUASTAFERRO
Uva: aglianico
Fascia di prezzo: da5 a 10 euro
Fermentazione e maturazione: acciaio e legno

Nel 2002 Raffaele si iscrive all’Università agraria di Portici e tira aria di svolta in famiglia: il papà, Antonio, è stato sindaco dal 1990 al 1995 ed è sua la firma nelle audizioni che hanno portato alla nascita della prima docg del Sud. E allora, perché non vinificare le proprie uve suddivise fra i terreni vocati e argillosi di Piano d’Angelo e Piano Ferrante? Nasce così questa piccola realtà, nel cuore della parte nuova del paese dove è stata attrezzata la cantina con la bottaia. Un modo per partecipare alla rinascita del paese e di rimettersi in gioco positivamente. Così, anno dopo anno, Taurasi cambia il proprio volto. Il Taurasi 2003 è fatto con la consulenza di Carmine Valentino, ha il carattere austero e tipico non urlato, ricco di frutta e di dolci spezie, in bocca è armonico, equilibrato, caldo, di buona fattura, con la consueta freschezza capace di sostenere gradevolmente la beva. L’ingresso è dolce, ma il finale è pulito, elegante. Una bella esecuzione che ha colpito i degustatori della selezione del sindaco che a questa bottiglia hanno assegnato la medaglia d’oro. Non male per un esordiente, l’aglianico è uno di quei vitigni capaci di far dimenticare la siccità e il terribile caldo di quella annata. Gli abbinamenti sono qui classici, come il panino con lo spezzatino di maiale preparato da Valentina Martone al Megaron.

Sede a Taurasi, via Gramsci 2
Tel. e fax 39244
Email: emilio.guastaferro@libero.it
Enologi: Raffaele Guastaferro e Carmine Valentino
Bottiglie prodotte: 40.000
Ettari: 7 di proprietà
Vitigni: aglianico